James Bond: quando arriverà il prossimo film? “Lo stiamo reinventando” svela la produttrice Barbara Broccoli

Mettiamoci il cuore in pace: mancano ancora anni prima dell'inizio della produzione del prossimo capitolo di James Bond

La produttrice del franchise di James Bond Barbara Broccoli ha affermato che la ricerca del nuovo 007 non è nemmeno iniziata perché la famosa spia britannica si sta “reinventando”. Per anni si è ipotizzato quale attore sostituirà Daniel Craig nel ruolo, con in lista nomi ricorrenti come Regé-Jean Page, Tom Hardy e Idris Elba. L’ultimo film uscito nei cinema, No Time to Die, è stato il canto del cigno del Bond di Daniel Craig Craig ed è stato anche il primo film della serie a far fuori la spia, una decisione che ha scioccato molti fan.

Mancano ancora anni prima dell’inizio della produzione del prossimo capitolo di James Bond

James Bond - Cinematographe.it

Parlando con Deadline a un evento londinese in onore di Barbara Broccoli e del Michael G. Wilson, la produttrice ha svelato che il casting non è nemmeno iniziato: “Nessuno è in corsa per il ruolo. Stiamo cercando di capire dove andare con lui, ne stiamo parlando. Non c’è una sceneggiatura e non possiamo inventarne una finché non decidiamo come ci avvicineremo al prossimo film perché, in realtà, è una reinvenzione di Bond. Stiamo reinventando chi è e questo richiede tempo. Direi che le riprese inizieranno tra almeno due anni”.

All’evento erano presenti anche Ralph Fiennes, interprete dell’enigmatico M, e Naomie Harris, che interpreta Eve Moneypenny. Parlando di come il produttore abbia “ucciso Bond” in No Time to Die, Fiennes ha scherzato sul fatto che “Naomie ed io siamo le persone che possono fare ammenda. Trovatelo e noi lo addestreremo”.

Leggi anche Perché Daniel Craig è il miglior 007 di sempre? Tutto merito di quella “debolezza”

In un’altra recente intervista Barbara Broccoli ha rassicurato tutti colori preoccupati che il prossimo 007 possa essere una donna, ma ha chiarito che la spia può essere di qualsiasi etnia: “Penso che sarà un uomo perché non credo che una donna dovrebbe interpretare James Bond. Credo nella creazione di personaggi per le donne e non solo nel fatto che le donne interpretino ruoli maschili. Non credo che ci siano abbastanza ruoli fantastici per le donne, ed è molto importante per me che facciamo film per donne sulle donne. Il prossimo Bond dovrà essere britannico, ma può essere di qualsiasi etnia”.

Articoli correlati