James Bond, per la storica produttrice: “Il nuovo 007 sarà di qualsiasi etnia”

Il nuovo volto di James Bond non verrà annunciato prima del 2022, ma la produttrice Barbara Broccoli sembra avere già le idee chiare!

La produttrice di James Bond, Barbara Broccoli, afferma che il prossimo 007 sarà “un uomo britannico di qualsiasi etnia” 

La produttrice Barbara Broccoli ha ufficialmente posto fine alle speculazioni sul prossimo interprete di James Bond: 007 non sarà una donna. Non sappiamo chi sarà il fortunato attore che prenderà il posto di Daniel Craig alla guida del franchise, ma la produttrice ha specificato che sarà “un uomo britannico, di qualsiasi etnia”. Daniel Craig abbandona l’iconico ruolo cinematografico dopo un servizio durato 5 film, incluso il recentissimo No Time to Die.

Parlando ai microfoni di The Hollywood Reporter Broccoli ha dichiarato: “Penso che sarà un uomo perché non credo che una donna dovrebbe interpretare James Bond. Credo nella creazione di personaggi per le donne e non solo nel fatto che le donne interpretino ruoli maschili. Non credo che ci siano abbastanza ruoli fantastici per le donne, ed è molto importante per me che facciamo film per donne sulle donne. Il prossimo Bond dovrebbe essere britannico, e un britannico può essere di qualsiasi etnia”.

Anche la premiata sceneggiatrice e attrice Phoebe Waller-Bridge (Fleabag, Indiana Jones) in precedenza aveva parlato della possibilità di uno 007 donna: “Penso che Bond sia Bond. Dobbiamo solo trovare qualcuno che possa rivaleggiare con lui”. L’autrice, tra gli sceneggiatori di No Time to Die, ha spiegato che sarebbe meglio creare un personaggio femminile che possa eguagliare e rivaleggiare con il suo mito, piuttosto che un “cambio sesso”. Come precedentemente riportato, il nuovo volto di James Bond non verrà annunciato prima del 2022, per non “oscurare” l’addio di Daniel Craig. No Time to Die, come previsto, è stato un vero successo commerciale per la Universal, ma ha polarizzato l’opinione di critica e pubblico. La grande uscita di scena di Craig come 007 non è piaciuta a tutti e molti hanno parlato di “occasione mancata”.

Leggi anche No Time to Die: per Ben Whishaw il prossimo James Bond deve essere gay

Articoli correlati