Halloween, parla il regista: “È stata una frase di Laurie Strode a ispirarmi”

C'è un nuovo filo rosso a guidare l'Halloween di David Gordon Green: il fatto che la Laurie Strode di Jamie Lee Curtis si rifiuti di essere la vittima

Da leggere

The Book of Boba Fett: il trailer ci riporta su Tatooine

Il nuovo trailer di The Book of Boba Fett ci mostra il ritorno su Tatooine del cacciatore di taglia...

L’avete riconosciuto? Ha vissuto ai confini della realtà, ha un grande rispetto per gli sceneggiatori e ci ha insegnato a non fidarci dell’apparenza

Il mondo di Hollywood è stato fonte di gioie, ma pure di delusioni Per gli sceneggiatori nutre un tale rispetto...

Jenny Tamburi e quella spietata malattia che ha portato via l’icona della commedia sexy a soli 53 anni

Tutti la conoscevano come Jenny Tamburi e per anni Luciana della Robbia - vero nome dell'attrice italiana - è...

Block title

C’è una frase in particolare che ha guidato la mente del regista David Gordon Green per la creazione del nuovo sequel di Halloween 

Nei 40 anni trascorsi dal debutto del franchising di Halloween, la trama ha avuto una serie di colpi di scena e il tono generale della serie si è avventurato in territori diversi. Quando si è trattato di sviluppare un sequel del franchise che potrebbe rinnovare o distruggere la serie, il regista David Gordon Green ha esaminato una linea specifica tratta dai dialoghi del film originale che ha motivato lo sviluppo di questo nuovo film.

“C’è una battuta nel film originale quando parla al giovane Tommy Doyle al culmine del film”, ha dichiarato Green all’L.A. Times, parlando delle prospettive di Laurie Strode nel film originale. “Dice: ‘Fai come dico’ e dice questa frase con un tono di comando che non ha avuto per l’intero film. ‘Fai come dico’”.

Il regista ha continuato descrivendo in dettaglio come il fatto che Laurie si rifiutasse di essere la vittima, abbia aiutato lui e il co-sceneggiatore Danny McBride a creare il nuovo film.

Abbiamo preso questo come se fosse il suo mantra per il nostro film. Ha preso quel momento cruciale nella sua vita, e il suo riconoscimento nell’affrontare le sue paure, e se lo è ripetuto per 40 anni. Ha raggiunto il punto di vista di una quasi psicosi dell’autorità e ha costruito partendo da questa ambizione, è una donna con cui non si vuole [scherzare].

Il film originale ha mostrato il mascherato Michael Myers che fuggiva da un’istituto mentale e si dirigeva nella sua città natale di Haddonfield, nell’Illinois, uccidendo adolescenti sulla strada per raggiungere Laurie. Il film non ha mai rivelato ciò che ha motivato la sua ira, anche se Halloween II ha rivelato che Laurie era la sua sorella perduta da tempo. Il primo sequel del film originale sembrava aver eliminato definitiviamente Myers, con Halloween III – Il signore della notte che cambia marcia e offre al pubblico una storia a tema Halloween che non ha alcun collegamento con la mitologia di Myers. I fan sono stati in gran parte confusi da questo cambio di eventi, con il risultato che il quarto film ha riportato sullo schermo Myers. Da lì, tutti gli altri film del franchise si sono concentrati su di lui, mentre tenta di eliminare in qualunque modo ogni membro della sua famiglia.

Il nuovo film riporta sullo schermo la scream queen originale, Jamie Lee Curtis, e Nick Castle, mentre il regista del primo film e co-sceneggiatore John Carpenter serve come produttore esecutivo. Il film arriverà nei cinema il 25 ottobre prossimo.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Ultime notizie

The Book of Boba Fett: il trailer ci riporta su Tatooine

Il nuovo trailer di The Book of Boba Fett ci mostra il ritorno su Tatooine del cacciatore di taglia...

Articoli correlati