Isabelle Huppert Cinematographe

Toni Servillo consegnerà il Premio alla Carriera a Isabelle Huppert durante la 13esima edizione della Festa del Cinema di Roma. Il direttore artistico Antonio Monda annuncia il film Il vizio della speranza nella selezione ufficiale

Insieme a Martin Scorsese, anche Isabelle Huppert riceverà il Premio alla Carriera alla 13esima edizione della Festa del Cinema di Roma. Isabelle Huppert ha collaborato, con alcuni fra i più grandi cineasti europei e statunitensi, da Claude Chabrol a Jean-Luc Godard, da Maurice Pialat a Marco Ferreri, dai fratelli Taviani a Marco Bellocchio, da Michael Haneke a Andrzej Wajda, da Michael Cimino a David O. Russell.

L’attrice francese, che nel 2017 si è aggiudicata un Golden Globe per la sua performance nel film Elle di Paul Verhoeven, sarà protagonista di un Incontro Ravvicinato con il pubblico e commenterà una serie di clip selezionate fra le pellicole che hanno maggiormente segnato la sua professione.

Il il Direttore Artistico Antonio Monda ha dichiarato: “Sono entusiasta di celebrare alla Festa del Cinema un’attrice di straordinaria sensibilità, finezza e profondità come Isabelle Huppert. Una magnifica interprete umanista che riesce sempre a trasmettere, anche in ruoli difficili e drammatici, grande empatia verso i personaggi da lei messi in scena“.

Festa del Cinema di Roma 2018: Sigourney Weaver ospite di una masterclass

Antonio Monda ha anche annunciato un film che sarà presente nella Selezione Ufficiale della Festa: Il vizio della speranza del regista del pluripremiato Indivisibili, Edoardo De Angelis, che vanta un cast composto da Pina Turco, Massimiliano Rossi, Marina Confalone, Cristina Donadio, e Marcello Romolo.

Di seguito la trama del film, prodotto da Attilio De Razza e Pierpaolo Verga, e che sarà distribuito nelle sale da Medusa:

Lungo il fiume scorre il tempo di Maria, il cappuccio sulla testa e il passo risoluto.  Un’esistenza trascorsa un giorno alla volta, senza sogni né desideri, a prendersi cura di sua madre e al servizio di una madame ingioiellata. Insieme al suo pitbull dagli occhi coraggiosi Maria traghetta sul fiume donne incinte, in quello che sembra un purgatorio senza fine. E’ proprio a questa donna che la speranza un giorno tornerà a far visita, nella sua forma più ancestrale e potente, miracolosa come la vita stessa. Perché restare umani è da sempre la più grande delle rivoluzioni.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto