Corin Hardy sull’abbandono de Il Corvo: “è stata la decisione più difficile”

Dopo il messaggio di Jason Momoa sull'abbandono della produzione de Il Corvo, arriva adesso anche quello del regista Corin Hardy, che afferma di aver preso "la decisione più difficile di tutte" nel lasciare il progetto.

Da leggere

Venom – Confermato il terzo capitolo e la probabile presenza di Spider-Man!

Venom 3 è stato ufficialmente confermato dalla produttrice di Spider-Man Venom - pellicola Sony incentrata su uno dei villain di...

The Batman: lo spin-off sul Pinguino di Colin Farrell è confermato ufficialmente!

Colin Farrell tornerà a vestire i panni di uno dei villain più iconici di sempre The Batman è sicuramente una...

L’avete riconosciuto? È stato il più celebre dei brutti, ha aperto gli occhi a Kate Winslet e Clint Eastwood gli ha salvato la vita

Ha vissuto fino a 98 anni, ma la sua vita sarebbe potuta finire molto prima, se non fosse stato...

Block title

Corin Hardy, il regista che avrebbe dovuto dirigere il reboot de Il Corvo, ha pubblicato su Instagram un post in cui ha dichiarato che lasciare il progetto è stata “la decisione più difficile da prendere

Il reboot de Il Corvo, in via di sviluppo da ben tre anni, continua a essere ostacolato. In questi giorni, infatti, hanno abbandonato la produzione sia il regista Corin Hardy, sia  Jason Momoa, l’attore che avrebbe dovuto interpretare il personaggio principale, originariamente interpretato dal figlio di Bruce Lee, Brandon, che morì in un incidente sul set durante le riprese del film originale.

A quanto pare Hardy e Momoa sono usciti dal progetto per differenze creative e finanziarie con Samuel Hadida, la cui casa di produzione, la Davis Films, detiene i diritti del franchise. Il regista Hardy ha deciso di mettersi a nudo, postando una foto su Instagram che lo ritrae insieme a Momoa:

Lo sapevo fin dall’inizio, che l’idea di realizzare una nuova versione de Il Corvo non sarebbe mai andata bene a tutti, perché è un film amato. E lo dico io stesso, da persona che lo ama profondamente. Ho messo tutto l’impegno che potevo dare in questo progetto, negli ultimi 3 anni e mezzo, per cercare di creare qualcosa che potesse onorare quello che il film originale rappresenta; dalla graphic novel di James O’Barr al film originale di Alex Proyas, con grande rispetto per Brandon Lee e con il desiderio di fare qualcosa di nuovo e coraggioso, di cui io, in quanto fan ossessionato, potessi essere orgoglioso. Con Jason Momoa e il mio fantastico team siamo arrivati così vicini alla realizzazione di questo progetto. A volte, però, quando ami così tanto qualcosa, devi prendere decisioni difficili. Ieri, lasciare questo progetto dark ed emozionante, è stata la decisione più difficile di tutte. Le case bruciano, le persone muoiono, ma il vero amore è per sempre.

I knew from the off, that the idea of making a new version of The Crow was never going to be for everyone, because it is a beloved film. And I say that as someone in love with it myself. But I poured everything I had into the last 3.5 years of work, to try & create something which honoured what the Crow stood for; from James O’Barr’s affecting graphic novel, to Alex Proyas’s original movie, with great respect to Brandon Lee and with the desire to make something bold and new, that myself, as an obsessive fan, could be proud of. And with @prideofgypsies Jason Momoa, and my amazing team of artists & film-makers, we came SO close. But sometimes, when you love something so much, you have to make hard decisions. And yesterday, deciding it was time to let go of this dark & emotional dream project, was the hardest decision of all. Buildings burn, people die, but real love is forever.

Un post condiviso da Corin Hardy (@corinhardy) in data:

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Ultime notizie

Venom – Confermato il terzo capitolo e la probabile presenza di Spider-Man!

Venom 3 è stato ufficialmente confermato dalla produttrice di Spider-Man Venom - pellicola Sony incentrata su uno dei villain di...

Articoli correlati