Cinema 2020 cinematographe.it

I dati del cinema in sala del 2020 non sono molto positivi, come c’era da aspettarsi

A conclusione di questo strano e terribile anno Cinetel, società che rileva circa il 95% del box office dell’intero mercato cinematografico, pubblica i risultati del mercato del cinema in sala nel 2020. Inutile girarci intorno: i dati sono negativi. L’emergenza sanitaria ha portato alla chiusura dei cinema per più di 5 mesi.

Secondo i dati rilevati in Italia nel 2020 i cinema hanno registrato un incasso complessivo di oltre 182.5 milioni di euro, per un numero di presenze pari a circa 28 milioni di biglietti venduti. Si tratta, rispetto al 2019, di un decremento di più del 71,3% degli incassi e di più del 71% delle presenze. Se si considerano i dati a partire dall’8 marzo, primo giorno di chiusura nazionale dei cinema, il mercato nel 2020 ha registrato invece il 93% in meno di incassi e di presenze rispetto al 2019, per una differenza negativa di più di 460 milioni di euro.

Leggi anche – Tom Hanks non ha dubbi: i cinema sopravvivranno alla pandemia!

In precedenza, alla fine del mese di febbraio e prima dell’inizio della pandemia, il mercato cinematografico cresceva, sempre in termini di incasso, di più del 20% rispetto al 2019, del 7% circa sul 2018 e di più del 3% rispetto al 2017. Per quanto riguarda le produzioni italiane, incluse le co-produzioni, si evidenzia un incasso di oltre 103 milioni per un numero di presenze pari a più di 15 milioni di ingressi ed una quota sul totale del 56% circa.

I tre film italiani che in generale hanno registrato il migliore risultato al box office sono: Tolo Tolo di Checco Zalone (46.2 milioni di euro d’incasso), Me contro te – il film (9.5 milioni di euro d’incasso) e Odio l’estate, il nuovo film di Aldo, Giovanni e Giacomo (7.5 milioni di euro d’incasso).

Cinetel fa sapere che i dati aggiornati e completi di analisi saranno disponibili a gennaio 2021.

Leggi anche – Solo al Cinema: al via la campagna in sostegno delle sale cinematografiche [VIDEO]