Brie Larson Cinematographe

La star di Captain Marvel, Brie Larson, si è allenata per nove mesi per completare la sua trasformazione nell’eroina

Brie Larson ha ammesso al Los Angeles Times di aver trasformato il suo corpo in “‘un’arma e in uno strumento” fatto di “puri muscoli“. Ha rivelato anche di non essere “mai stata particolarmente attiva” prima di essere scritturata per il ruolo della metà umana, metà guerriera Kree, che promette di essere la creatura più potente del Marvel Cinematic Universe.

Carol è una guerriera addestrata e io invece riesco a malapena a camminare” ha detto la Larson. “Quindi per me, arrivare al punto di poter fare tutte le cose che mi richiedevano ha significato davvero mettermi alla prova, e ho dovuto dedicare molte ore del mio tempo a questa cosa

La Larson si è sottoposta a un duro allenamento della durata di 9 mesi: ogni giorno, per sei mesi, si è dovuta allenare per 90 minuti, seguiti da altri tre mesi di intensi allenamenti di due ore, per due volte al giorno.

Per farsi crescere i muscoli, la Larson ha utilizzato dei pesi particolari, che ha più volte mostrato attraverso vari video postati sui social. “Facevo un’ora e mezza di cardio o esercizi di rafforzamento, andavo a mangiare un sacco di cibo, facevo passare un’ora e poi facevo un’altra serie di esercizi, per poi andare alla palestra degli stunt, per fare allenamento da combattimento e altra roba per altre due ore dopo tutto questo” ha precisato l’attrice.

Ci sono stati momenti in cui ho pianto, in cui ho pensato che fosse troppo dura per me, in cui mi sono trovata al di là della mia comfort zone. Ma quelli, alla fine, sono stati i miei momenti preferiti. In quel periodo mi chiedevo cosa mi stesse accadendo. Ma poi, dopo esserci riuscita, ti senti così orgogliosa di te stessa” ha continuato la Larson.

Captain Marvel: come si adatterà agli eventi anni ’90 di altri film MCU?

Gli sforzi della Larson hanno colpito il coordinatore stunt Jim Churchman, che recentemente ha lavorato anche a Doctor Strange: “Brie ha certamente lavorato sodo, non c’è alcun dubbio. Ha preso i suoi colpi e le sue ferite e si è rialzata ancora più forte di prima. Spesso, proprio quando i produttori si stavano chiedendo se avessero dovuto porre un qualche limite al suo allenamento, lei dava ancora più dimostrazioni di essere capace. Ha imparato alla svelta“.

Oltre ai suoi allenamenti di modifica della massa muscolare, la Larson si è allenata anche in un mix di arti marziali, quali tae kwon do, judo e pugilato, per prepararsi alle scene di combattimento – la maggior parte delle quali messe in scena proprio dalla Larson, a parte alcune scene in cui sono subentrate le stuntwomen Joanna Bennett e Renae Moneymaker.

Solitamente ero abbastanza morta dopo circa quattro ore di esercizi al giorno” ha aggiunto l’attrice. “È un lavoro a tempo pieno davvero divertente. Ho completamente trasformato il mio corpo. Alla fine, ero semplicemente una massa di puri muscoli. Ma penso che sia importante precisare che è stata necessaria la presenza di un nutrizionista, due diversi allenatori, un servizio di consegna pasti, un sacco di stick di mozzarella, tante dormite e mola acqua“.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto