the last thing he wanted ben affleck red platoon casey affleck

La Sony è pronta ad accogliere a braccia aperte Ben Affleck, che ha appena segnato Red Platoon fra i suoi prossimi progetti come regista.

La sigla del contratto con Sony da parte della star segna una brusca interruzione nel fruttuoso rapporto che il regista aveva instaurato con la Warner Bros. Per quest’ultima, infatti, Ben Affleck era diventato uno dei cineasti di punta assieme a Clint Eastwood e Christopher Nolan.

Proprio la Warner aveva firmato The Town e soprattutto Argo, che nel 2013 gli fece conquistare l’Oscar come miglior regista dopo quello vinto nel 1998 per la sceneggiatura di Will Hunting – Genio ribelle, condiviso con Matt Damon.

Sfortunatamente, l’ultimo lavoro diretto da Ben Affleck, La legge della notte, si è dimostrato un bel disastro, incassando nel mondo circa 22 milioni di dollari. Non dimentichiamo inoltre che inizialmente sarebbe dovuto essere Affleck a dirigere The Batman, cinecomic della DC Films che l’avrebbe anche visto protagonista e che invece è poi passato nelle mani di Matt Reeves, il quale ha anche cestinato la sceneggiatura scritta dal nuovo volto di Bruce Wayne.

È naturale quindi che un regista come Ben Affleck abbia colto al volo la possibilità offertagli da Sony di dedicarsi nuovamente a un progetto ambizioso come si preannuncia Red Platoon, tratto dalle memorie di Clinton Romesha, che racconterà la storia vera della pericolosa battaglia fra un gruppo di soldati e i combattenti talebani durante il raid di Outpost Keating.

Le notizie sul cast sono ancora poco chiare, ma si vocifera che la star di Pearl Harbor potrebbe trovarsi a dirigere proprio il fratello Casey Affleck.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto