Sebastian Stan, cinematographe

Il Marvel Cinematic Universe è un posto grande, e sta diventando sempre più grande, dopo Avengers: Endgame

Grazie ad Avengers: Endgame, gran parte del primo decennio del franchise è giunto al termine, ma il film ha lasciato alcuni suggerimenti allettanti dietro di sé… e uno di loro ha a che fare con Sebastian Stan, dal momento che l’attore esiste totalmente nel ruolo di se stesso nel MCU.

Attenzione! Seguono lievi SPOILER per Avengers: Endgame!

Come ricorderanno i fan, l’ultima pellicola del MCU ha molto a che fare con i viaggi nel tempo. Avengers: Endgame segue gli eroi sopravvissuti allo schiocco delle dita di Thanos mentre cercano di affrontare quello che è successo.

Avengers: Endgame – nella scena finale un cenno a Salvate il soldato Ryan

Cinque anni dopo il fatto, la ricomparsa di Scott Lang dà agli Avengers la speranza che un viaggio nel tempo possa salvare il loro mondo, ma Ant-Man fa un interessante confronto.I Vendicatori iniziano una discussione completa sui viaggi nel tempo, e Rhodey inizia passando la palla a Scott. La conversazione porta Ant-Man a discutere su film popolari che coinvolgono viaggi nel tempo. Naturalmente, l’eroe cita Hot Tub Time Machine, ma la nota fa fare una pausa ai fan. La pausa viene gentilmente offerta da Sebastian Stan.

L’attore è famoso soprattutto per aver interpretato il Soldato d’Inverno al giorno d’oggi, ma ha avuto anche un ruolo in Hot Tub Time Machine. Stan ha interpretato un personaggio di nome Blaine, un bullo che mette la comicità del film in prima fila durante i loro viaggi. Tuttavia, il suo ruolo e l’esistenza confermata del film nel MCU rendono chiaro che Sebastian Stan è un attore nell’universo cinematografico… ed è solo una questione di tempo prima che Sam Wilson inizi a trollare Bucky sulla sua celebrità.

SPECIALE OSCAR 2020
Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto


LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE