Avengers: Endgame – la morte di Vedova Nera doveva essere diversa

Il sacrificio di Vedova Nera e Occhio di falco poteva fallire se la scena di Avengers: Endgame su Vormir non fosse stata cambiata con la versione attuale.

Il sacrificio di Vedova Nera e Occhio di falco era più complesso nella prima versione di Avengers: Endgame

Prima di arrivare nelle sale di tutto il mondo come evento dell’anno, Avengers: Endgame ha sicuramente incontrato diversi cambiamenti e modifiche dell’ultimo momento prima di raggiungere la forma definitiva che lo ha reso il più grande incasso fino ad ora della stagione cinematografica 2019. Ogni singola scena della pellicola che supera le tre ore di durata ha subito trasformazioni di ogni genere nel corso dei mesi e talvolta degli anni che hanno tenuto la produzione al lavoro nella realizzazione dei due capitoli Avengers: Infinity War e Avengers: Endgame. Una delle scene che ha sicuramente visto una variazione notevole è la morte di Vedova Nera su Vormir che, da quanto apprendiamo, era quasi completamente diversa in origine.

Nei commento al film incluso nella versione home video del film, i registi Joe e Anthony Russo analizzano l’intera pellicola insieme agli sceneggiatori Christopher Markus e Stephen McFeely. Arrivati alla scena in cui il personaggio interpretato da Scarlett Johansson si sacrifica in cambio della Gemma dell’Anima, gli sceneggiatori confermano che la sequenza è stata rigirata più e più volte al fine di semplificarla.

Avengers: Endgame – il significato nascosto di quell’incontro a Tokyo

Inizialmente, Thanos (Josh Brolin) invia un’armata a Vormir per cercare di fermare Occhio di Falco (Jeremy Renner) e Vedova Nera dal prendere la gemma, spingendola in realtà al sacrificio in ogni caso. Tuttavia, secondo gli scrittori, la scena non funzionava affatto bene perché “Thanos che inviava un’armata per fingere di cercare di fermarli era piuttosto strano. Era un’azione troppo ragionata,” ha detto McFeely.

“Mentre cercava di spingere loro verso quell’azione, portava via anche un’altra parte della squadra e così perdevamo i personaggi”, ha aggiunto Markus.

Questa versione alternativa della storia sicuramente non avrebbe dato a Vedova Nera e Occhio di falco l’urgenza necessaria per conquistare la Gemma dell’Anima, anche se avrebbe impedito a Natasha di prendere quella decisione per salvare il mondo e tutti i suoi compagni. Quello del sacrificio di Natasha era una questione di necessità più che di libero arbitrio e, fortunatamente, la scena definitiva è quella che poi abbiamo visto in sala.

 

Fonte: ComicBook

Articoli correlati