avengers: endgame cinematographe.it

Lou Ferrigno parla dell’Hulk di Mark Ruffalo di Avengers: Endgame

Lou Ferrigno, protagonista della serie tv L’incredibile Hulk lunga cinque stagioni (1978-1982), incolpa l’attore Mark Ruffalo e la Disney di aver restituito un ritratto “deludente” di Hulk in Avengers: Endgame dei Marvel Studios.

Sono passati cinque anni, dopo 18 mesi di esperimenti in un laboratorio di gamma, Bruce Banner è riuscito a fondere con successo il cervello con la forza dell’altro ragazzo, creando così “Smart Hulk”. Questa fusione di Hulk, ispirata al Professor Hulk dei classici fumetti Marvel, è poi apparsa più raffinata e umana. Ma secondo Ferrigno questa nuova versione del personaggio, che vede insieme un Mark Ruffalo più grosso, con la pelle verde e senza separazione tra Bruce Banner e il suo alter-ego alimentato dalla rabbia, è indice che Endgame manca della bellezza originaria della serie tv.

“Nei primi due film di Hulk il CGI (Computer-Generated Imagery) stava migliorando, ma sono rimasto deluso da Endgame. Perché Hulk deve essere orribile, deve essere una creatura mostruosa”, ha detto Lou Ferrigno al Canada Comic Con. “In Endgame non mi è piaciuto il modo in cui Mark Ruffalo ha interpretato Hulk. Ha portato via quella bellezza, quella peculiarità di Hulk. Ecco perché a molte persone è piaciuta la serie”.

Secondo Ferrigno in Endgame c’è troppo di estremo tra “astronavi, riprese e lo spazio esterno”. Il culturista continua “abbiamo bisogno di belle storie. Buoni elementi, buoni messaggi sulla vita, perché quando vedi le serie, anche come The Twilight Zone, l’originale Twilight Zone, impari qualcosa da ogni episodio. Il CGI, intendo, è tutto diverso. Alla gente piace così perché c’è più intrattenimento sullo schermo”.

Edward Norton svela il suo Bruce Banner preferito di sempre

Abbiamo avuto tre attori diversi: Eric Bana, Edward Norton e Mark Ruffalo. Mi piace il meglio di Bill Bixby, mi piace Edward Norton. Penso che Ruffalo sia un attore meraviglioso, si fonde con l’aspetto Marvel degli Avengers, ma non posso prenderlo abbastanza sul serio. Bill ha quell’intensità, tu sapevi quando era in pericolo, e potevi avvertire quell’intensità. Ma Marvel e Disney hanno preso una direzione diversa. Non si può prendere sul serio come la serie originale.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto