Avatar - Cinematographe.it

I sequel di Avatar potrebbero diventare i titoli più rimandati nella storia del cinema, ma la troupe è ancora al lavoro sui film in Nuova Zelanda

Un produttore entusiasta, più precisamente Jon Landau, si trova al momento a Weta a lavorare ai film con il regista James Cameron e anche se la maggior parte dei dettagli del film continuano ad essere mantenuti segreti, ci sono alcune foto dai set dei sequel di Avatar che rivelano l’enorme portata di questa operazione.
Tutto questo, ovviamente, non dovrebbe sorprendere visto che il primo film ha letteralmente incantato il pubblico con il suo approccio innovativo.

Landau ha pubblicato le nuove foto dal set dei sequel di Avatar su Instagram e potete vederle in fondo all’articolo.
Nonostante gli anni di sviluppo, si sapeva molto poco della trama reale degli Avatar da 2 a 5 fino a quando Landau non ha aperto il sipario in un’intervista all’inizio di quest’anno. Parlando con RNZ, Landau ha dichiarato: “Questa è la storia della famiglia Sully e di cosa si fa per mantenerla unita. Jake e Neytiri hanno una famiglia in questo film, sono costretti a lasciare la loro casa, escono ed esplorano le diverse regioni di Pandora, trascorrendo un bel po’ di tempo in acqua“.

Lo stesso Cameron aveva precedentemente confermato che gli ecosistemi acquatici di Pandora sarebbero stati una delle ambientazioni principali dei film, prendendone nota già nel 2010. Una foto di produzione precedentemente pubblicata dal set mostra come la troupe sia in grado di filmare le star Sam Worthington e Zoe Saldana durante la motion-capture sott’acqua. Nel film si uniscono a loro i giovani attori Jamie Flatters, Britain Dalton e Trinity Bliss che ricopriranno i ruoli dei loro figli per il film. Avatar 2 è ora previsto per l’uscita nelle sale cinematografiche il 16 dicembre 2022.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE