Avatar 2 – Stephen Lang: “sarà Avatar subacqueo e sotto steroidi”

Nel corso di un'intervista rilasciata a Screen Rant, Stephen Lang ha rivelato le sue idee sul sequel di Avatar diretto da James Cameron.

Stephen Lang ha affermato che Avatar 2 sarà simile al primo film, ma con ambientazione subacquea e “sotto steroidi”.

Il botteghino del 2009 è stato dominato dall’uscita della storia visivamente innovativa di James Cameron sugli umani che interagiscono con i Na ‘vi, la specie indigena della luna Pandora. Avatar è stato un enorme successo al box office, battendo numerosi record lungo la strada per diventare il film con gli incassi più alti di tutti i tempi. Benché gli aspetti tecnici della creazione delle immagini di Avatar siano stati ampiamente elogiati, alcune critiche sono state riservate al messaggio narrativo e ambientale del film.

Dato il successo finanziario di Avatar, parlare di un sequel è stato immediato, ma – quasi un decennio dopo – Avatar 2 deve ancora vedere la luce. Alla fine, è stato annunciato che un totale di quattro sequel di Avatar aveva ricevuto il via libera e le riprese sono iniziate a settembre dello scorso anno, con Cameron che ha confermato di dirigere e co-scrivere ognuno dei film. Molti degli attori principali del primo Avatar sono stati confermati per riprendere i loro ruoli e, cosa interessante, il casting include personaggi precedentemente ritenuti deceduti, come il malvagio Miles Quaritch di Stephan Lang.

Avatar 2: Stephen Lang rivela le sue idee sul sequel

Nel corso di un’intervista esclusiva con Screen Rant durante la promozione di Braven, Lang ha rivelato alcune delle sue idee per Avatar 2. L’attore ha detto che il sequel non si allontanerà troppo dall’originale, ma sarà in gran parte ambientato sott’acqua e sembrerà “sotto steroidi” rispetto al primo film:

Screen Rant: “Quindi, cambiando marcia per un secondo, in che modo vedi quel sequel [Avatar 2] spingere i confini come ha fatto il primo? In che modo James Cameron sta spingendo la nuova tecnologia e il nuovo stile di creazione di film per i prossimi capitoli?”

Stephen Lang: “Beh, in modi probabilmente troppo numerosi o troppo complessi, o troppo sottili per me da articolare in questo momento. Voglio dire, non è un segreto che stiamo facendo un sacco di motion capture subacquea, che, di per sé, è rivoluzionario, ma non è mai stato fatto.”

SR: “Sì, non penso di averne mai sentito parlare. Non penso di aver mai sentito parlare di nessuno che fa motion capture subacquea.”

Lang: “No, non è stato fatto, e presenta una serie di sfide. Ma, sai dal curriculum di Jim, puoi essere certo che gli piace l’acqua.”

SR: “Sì.”

Lang: “C’è qualcosa nel mondo sottomarino. Questo è estremamente bello, affascinante, stimolante per lui. Quindi, sai, ci sono sezioni in cui trovare posto… di per sé è un grosso problema. Ma quelo che abbiamo fatto finora, in tre mesi di riprese, è diverso da qualunque cosa sia stata fatta prima.”

SR: “Interessante…quindi state girando…”

Lang: “Per molti versi ricorda Avatar, ma è una specie di Avatar sotto steroidi.”

[amazon_link asins=’B0041KW5KS,B0044JV1ME,B0046ANH4G,8817041793′ template=’CopyOf-ProductCarousel’ store=’pluginwordpress03-21′ marketplace=’IT’ link_id=’edd3b1d7-05a0-11e8-8251-0131332421ce’]

Articoli correlati