Aquaman Cinematographe.it
Scopri il nostro Shop Online

Amber Heard parla del suo personaggio nello stand-alone di Aquaman, Mera, e del rapporto che instaura con un personaggio abitante del mondo di superficie

Dopo Justice League e nel pieno delle riprese di Wonder Woman: 1984, la prossima uscita DC è lo stand-alone dedicato al personaggio interpretato da Jason Momoa, Aquaman. Il protagonista del film diretto da James Wan qui è affiancato da Mera, il personaggio di Amber Heard. L’attrice ha parlato recentemente del suo personaggio:

Aquaman: il primo poster ufficiale del film con Jason Momoa

Lei è una leader. Ha la sua integrità. Lei e Arthur sono molto diversi, infatti, questo è parte di ciò che causa molto, sapete, non si trovano necessariamente bene all’inizio. Stanno costantemente andando avanti e indietro e guadagnano questa relazione l’uno con l’altra attraverso il film man mano che imparano a rispettarsi, dati gli approcci vastamente diversi alla vita. Mera, ad esempio, non come Arthur, ha una costituzione molto solida, un forte senso di sé, di chi è, del suo ruolo, della sua posizione. E il senso del dovere e onore che lei usa per approcciarsi a tutte le situazioni nella sua vita e una cosa che rispetto e che mi piace veramente, la ammiro.

Si tratta di un personaggio con una propria identità distintiva, non la versione femminile di Aquaman:

Mera è la propria donna. È il proprio supereroe. Non è Aquawoman. È Mera. Parte di ciò che mi ha interessato, sapete quando ho parlato per la prima volta con Zack al telefono sulla possibilità di fare questo film, mi ha detto ‘Lei è una regina guerriera.’ In pratica, hai una spada e una corona. E io ero tipo ‘Okay, sai come catturare il tuo pubblico.’

Il produttore di Aquaman, Peter Safran, ha aggiunto sul film:

Non definirei questo film una love story. L’intero film è sulla vena di Indiana Jones. Sapete, James voleva combattere questo film di combattimenti, divertimento e ricerca. È un bel modo per tutti di passare il tempo guardarlo. Così, la relazione è un po’ come Michael Douglas-Kathleen Turner in All’Inseguimento della Pietra Verde, che è praticamente un film action romantico. Ma non direi che è un romance. C’è grande antagonismo, per via dei posti da cui vengono. Lei è tutta sul dovere e onore e lui invece cerca di essere il numero uno. E penso che entrambi capiscono nel corso del viaggio, lui sviluppa una rabbia tale verso Atlantis per aver ucciso sua madre. Lui impara che non dovrebbe giudicare l’intera Atlantis per le azioni di un singolo e lei impara che il mondo di superficie è un posto che è vale la pena preservare e con cui vale la pena di trovare un modo di coesistere.