Alex Garland è deluso della distribuzione di Annientamento su Netflix

Il regista Alex Garland è deluso dal fatto che il suo film venga distribuito al di fuori degli Stati Uniti dal servizio di streaming Netflix

Annientamento sta arrivando… almeno per quelli che si trovano negli Stati Uniti, in Canada e in Cina. Il nuovo film del regista di Ex Machina Alex Garland arriverà sui grandi schermi in quei paesi, ma tutti gli altri dovranno aspettare 17 giorni dall’apertura per poterlo vedere su Netflix. Parte del motivo dietro l’accordo raggiunto da Paramount e dal servizio di streaming è dovuto a una lotta tra i produttori per il taglio del film.

[amazon_link asins=’B013JLW3G0,B013JLW7CA’ template=’CopyOf-ProductCarousel’ store=’pluginwordpress03-21′ marketplace=’IT’ link_id=’cb7c7645-e026-11e7-a24f-71447f62d37c’]

A seguito di un mediocre screening test (che secondo The Tracking Board ha lasciato “un po’ confusi e delusi”), il produttore di Skydance David Ellison ha voluto apportare delle modifiche al film ritenendo che fosse “troppo intellettuale”. Tuttavia, il co-produttore Scott Rudin ha sostenuto Alex Garland e il regista è stato in grado di realizzare il film che intendeva fin dall’inizio. Tuttavia, come parte del processo, Paramount ha deciso di scaricare la distribuzione di Annientamento all’estero in favore di Netflix che, in cambio ha coperto metà del budget.

Tutto ciò per dire che non è una grande situazione in cui un regista può trovarsi e, parlando con Collider, Alex Garland è stato sincero, spiegando quali sono i suoi sentimenti a riguardo:

Delusione davvero. Abbiamo realizzato il film per il cinema. Non ho alcun problema con il piccolo schermo. Uno dei migliori prodotti che io abbia visto negli ultimi tempi è The Handmaid’s Tale, quindi penso che ci sia un potenziale incredibile in quel contesto, ma se lo fai, lo fai per quel medium e ci pensi in questi termini.

Guarda… è quello che è. Il film sta uscendo nelle sale negli Stati Uniti, cosa di cui sono davvero contento. Uno dei grandi vantaggi di Netflix è che si rivolge a molte persone e non si ha quella strana cosa del weekend di apertura in cui ti stai chiedendo se qualcuno arriverà e poi se non lo farà, svanirà dagli schermi cinematografici in due settimane. Quindi ha vantaggi e svantaggi, ma dal mio punto di vista e da quello delle persone che l’hanno creato, è stato creato per essere visto su un grande schermo.

Ultime notizie

Regina King: il figlio Ian Alexander Jr. si è suicidato a soli 26 anni

Ian Alexander Jr. aveva appena compiuto 26 anni, il 19 gennaio L'attrice e regista Regina King ha annunciato - tramite...

Articoli correlati