Gwendoline Christie parla del suo ruolo in Mercoledì: “Per la prima volta mi sono sentita bella sullo schermo”

Gwendoline Christie si è sentita per la prima "davvero bella" sullo schermo, recitando nella serie Netflix Mercoledì

L’attrice di 44 anni, Gwendoline Christie, è nota soprattutto per i ruoli di Brienne di Tarth in Game of Thrones e Captain Phasma in Star Wars. Ma il suo nome spicca anche nel cast della nuova serie Netflix Mercoledì, in cui riveste i panni di Larissa Weems, la preside della Nevermore Academy.

Gwendoline Christie Mercoledì - cinematographe.it

Christie è stata scelta per la parte proprio dal regista della serie Tim Burton, che le ha concesso completa libertà creativa sul personaggio da interpretare. “È stata una grande opportunità da parte di un genio del cinema come Tim Burton“, ha dichiarato la donna durante una recente intervista concessa all’Entertainment Weekly.

Leggi anche: Jenna Ortega, la nuova Mercoledì Addams, rivela di aver fatto impazzire Christina Ricci con il suo oscuro senso dell’umorismo

Gwendoline Christie Mercoledì - cinematographe.it

Per modellare il personaggio di Larissa Weems, Christie ha affermato di aver preso spunto da un’eroina in stile Hitchcock, ispirata all’idea classica di femminilità ma con una svolta in più. Le eroine di Hitchcock sono spesso afflitte da traumi passati, ma mantengono un forte senso di ambizione che le rende disposte ad affrontare rischi e difficoltà. Questo aspetto emerge chiaramente dal personaggio di Larissa nel corso degli episodi, condiviso anche dallo stesso Tim Burton.

Leggi anche: Game of Thrones: Gwendoline Christie è pronta ad un ritorno del suo personaggio

L’attrice ha inoltre voluto esprimere la sua profonda gratitudine alla costumista americana Colleen Atwood, ed in generale al team di costumisti e truccatori della serie Mercoledì. “Per la prima volta mi sono sentita davvero bella sullo schermo“, ha rivelato Christie, aggiungendo: “Colleen è giustamente una leggenda e quello che riesce a fare è vicino alla stregoneria in termini di trasformazione“.

Ho sentito per la prima volta il mio corpo celebrato e bello“, ha detto Gwendoline Christie, concludendo: “Per la prima volta non mi sono sentita come se ci fosse qualcosa da nascondere o di cui vergognarsi“.

Leggi anche: Jenna Ortega, la star di Mercoledì, svela come ha evitato di “rubare” la performance di Christina Ricci

Articoli correlati