Il film finale del leggendario regista, 24 Frames, è un esperimento non narrativo che parla direttamente di ciò che lo ha reso un tale maestro cinematografico.

Abbas Kiarostami è famoso per aver spinto i confini della narrativa cinematografica in film come Close-Up, Il sapore della ciliegia e Copia conforme, tra molti altri titoli, quindi è giusto che il suo film finale sia forse il suo film sperimentale più bello. 24 Frames è l’ultimo progetto che Kiarostami ha terminato prima di morire a luglio 2016, e Janus Films lo porterà nei cinema quest’anno.

La sinossi ufficiale di 24 Frames recita: “Il film finale del cineasta iraniano Abbas Kiarostami è una serie senza parole di fotogrammi che elaborano il suo fascino permanente verso la fotografia. Composto da 24 fotogrammi di quattro minuti e mezzo – ciascuno con una vista fissa di una scena naturale, manipolata digitalmente – 24 Frames permette al defunto Kiarostami di evocare i momenti del prima e dopo della cattura dell’immagine fissa, per esplorare la linea sottile tra bellezza naturale e artificiale. ” Di seguito potete vedere il meraviglioso trailer:

[amazon_link asins=’B004MP8LW8,B002S9LFVE,B06ZXSWRHV’ template=’CopyOf-ProductCarousel’ store=’pluginwordpress03-21′ marketplace=’IT’ link_id=’0bb6a4f6-0666-11e8-a25c-c1f18b0cc7b9′]