the walking dead cinematographe.it

Anche The Walking Dead sposterà la produzione dopo i recenti risvolti riguardo alle leggi sull’aborto in Georgia

Come le colleghe Sony, Disney e Warner, anche il network AMC sta pensando di abbandonare lo stato della Georgia, e sarebbe la prima volta per The Walking Dead. Ciò che sta accadendo oggi negli Stati Uniti del sud, dove i movimenti anti-abortisti hanno iniziato un percorso a ritroso nella storia, ha portato diverse case di produzione alla decisione di schierarsi contro e riconsiderare il proprio lavoro in quella parte del paese.

Lo spinoff Fear the Walking Dead viene regolarmente girato tra California, Texas, Canada e Messico, ma per la serie madre la produzione fuori dalla Georgia non era mai stata presa in considerazione fino ad ora.

“Se questa legge restrittiva entra davvero in vigore, rivaluteremo la nostra attività in Georgia”, ha dichiarato AMC, “leggi di questo tipo – e anche più dure – sono già state approvate in diversi stati e messe in discussione. Sarà una lunga e seria battaglia e la guarderemo tutti molto da vicino.”

The Walking Dead: in arrivo aggiornamenti sui film dedicati a Rick Grimes

Attualmente The Walking Dead sta girando la sua decima stagione, nonostante gli ascolti della serie siano calati a picco nel corso delle ultime stagioni, e in particolar modo dopo l’annuncio dell’uscita di scena del leader Rick Grimes, interpretato da Andrew Lincoln. Atlanta potrebbe non essere più il simbolo della serie, e potrebbe avere effetti importanti anche sul significato della serie come la conosciamo adesso.

Anche WarnerMedia e NBCUniversal hanno annunciato ieri di star riconsiderando la propria produzione in Georgia.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto