russian doll, cinematographe.it

Russian Doll è destinata a finire con la stagione 3 secondo Natasha Lyonne

Mentre i fan sono ovviamente felici di vedere la seconda stagione di Russian Doll, che è stata ufficialmente ordinata da Netflix, sembra che potrebbe però essere già vicino anche il finale della serie secondo le dichiarazioni della stessa co-creatrice e interprete.

La serie sci-fi originale è stata creata da Natasha Lyonne, Amy Poehler e Leslye Headland ed sembrava arrivata quasi dal nulla quando i primi otto episodi sono arrivati su Netflix lo scorso febbraio. Descritta come una contorta storia sulle tracce di Ricomincio da capo, la serie vede Lyonne nel ruolo di una donna che continua a morire solo per tornare a rivivere la stessa festa del suo 36° compleanno ancora e ancora. La genialità della serie, tuttavia, è stata quella di trovare un modo per cambiare quella premessa nel corso degli otto episodi prendendo direzioni sorprendenti, mettendo sempre al centro il personaggio.

La prima stagione si è conclusa in modo sorprendetemente soddisfacente ma anche pieno di intriganti idee per le stagioni successive e, infatti, Netflix ha già rinnovato la serie per una seconda stagione. In un’intervista recente in vista della gara agli Emmy, Lyonne ha rivelato a The Hollywood Reporter che sebbene lei sia ancora aperta a nuove idee, il piano è quello di lasciare che Russian Doll si concluda entro la terza stagione.

Lo vedo concretamente, e sarà sempre interessante vedere in cosa si evolverà. La bellezza del potere della stanza degli sceneggiatori è che Alan (Charlie Barnett)  era un personaggio completamente diverso all’inizio e nel pilot. È nel secondo mese che è venuto veramente alla luce. […] Per questa esperienza so che deve essere lasciato sempre dello spazio per qualcosa che vada oltre la mia limitata immaginazione di questo momento per sapere se c’è ancora qualcosa per come la serie inizia, continua e finisce. Magari sono due stagioni. Magari sono quattro. In questo momento, sento chiaramente che sono tre.

Cosa ci riserverà la seconda stagione è ancora da vedere, ma Lyonne ha deciso di anticiparci la direzione che lo show intende prende sebbene privandoci di chiari dettagli:

Credo che il successo di Russian Doll è che in Nadia c’è un vero senso del personaggio, tanto che puoi farle accadere grandissime cose ma lasciare che sembrino sempre guadagnate. Sono rafforzate da una sorta di esperienze di vita così che non sembrino campate per aria o completamente di fantascienza. Da quella prospettiva, ho qualche grande idea e credo che lo show continuerà a funzionare fintanto che il viaggio continuerà ad essere interessante, valido da guardare e nuovo. Voglio imparare in tempo reale con lei e con il pubblico.

Non è ancora stata fissata una data per la seconda stagione di Russian Doll ma la prima si trova su Netflix ed è in gara per una buona manciata di awards ai prossimi Emmy.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE