Lost – Carlton Cuse: “non vedrete mai un reboot della serie”

Secondo quanto dichiarato dallo showrunner della serie, non c'è alcuna possibilità di vedere un reboot di Lost.

Da leggere

Una donna promettente: arrivano le scuse da parte di Universal Pictures International

Una donna promettente arriverà in Italia tra un mese, dopo uno spostamento recente Una donna promettente è il film che...

James Gunn su The Suicide Squad: “moriranno quasi tutti”

James Gunn è sempre molto attivo sui propri social James Gunn, regista, sceneggiatore, produttore e anche musicista statunitense, può essere...

Bong Joon-ho: quali sono i prossimi progetti dell’autore sudcoreano?

Bong Joon-ho è pronto a tornare al lavoro Bong Joon-ho, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico sudcoreano, fin dal 2000 ha...

Mentre mancano ancora circa 80 anni all’inizio del prossimo secolo, pensiamo di poter dire con certezza che la serie ABC Lost sia stato uno degli spettacoli più influenti del 21° secolo, grazie alla sua miscela di dramma, fantascienza e questioni narrative misteriose che hanno causato un’abbondanza di analisi da parte del pubblico. La serie si è conclusa nel 2010 con reazioni contrastanti, ma se sperate di vedere il ritorno della serie, il co-showrunner Carlton Cuse ha rivelato che non lo vedrete mai.

“[Co-creatore] Damon [Lindelof] e io siamo piuttosto inflessibili sul fatto che non abbiamo alcuna intenzione di realizzare un reboot di Lost“, ha detto Cuse al pubblico del Comic Con di New York. “So che ci sono molti show che sono stati rifatti ultimamente, ma non siamo su quella strada”.

Da quando lo spettacolo è finito, Cuse ha continuato a creare una varietà di progetti, che vanno da Bates Motel a Jack Ryan. Nonostante il duo non abbia avuto alcun interesse nel dare nuova vita al a serie, all’inizio di quest’anno, Lindelof ha condiviso alcuni consigli su come la serie potrebbe tornare, anche se non vuole che accada.

“Spero che quando ciò accadrà, chiunque lo starà facendo, non prenderà i personaggi dal Lost originale per metterli in quello nuovo”, ha detto Lindelof a TV Line. “Perché abbiamo lavorato così duramente per porre fine a quello spettacolo e per dare ai sopravvissuti un certo livello di compimento, anche so che c’è stata qualche discussione sul fatto che ci fosse stata o meno una chiusura soddisfacente”.

Mentre Cuse si è concentrato su uno storytelling più diretto, Lindelof ha iniziato a mostrare i suoi muscoli misteriosi creando la serie di tre stagioni The Leftovers, concentrandosi su un mondo in cui il 2% della popolazione del pianeta scompare senza lasciare traccia. È interessante notare che una delle serie più misteriose della TV, Twin Peaks, è tornata all’inizio di quest’anno dopo 25 anni di assenza, con grande successo. La serie televisiva incredibilmente bizzarra è stata cancellata dopo la sua seconda stagione, nonostante il finale di stagione terminasse con un cliffhanger. Il co-creatore della serie, David Lynch, ha colmato alcune lacune con il suo film prequel Fuoco cammina con me, ma molti fan si sono sentiti insoddisfatti, solo per alcune delle loro domande a cui è stata data una risposta all’inizio di quest’anno.

[amazon_link asins=’B072JN2LLS,B01M3698HF,B00DVGW9G8′ template=’CopyOf-ProductCarousel’ store=’pluginwordpress03-21′ marketplace=’IT’ link_id=’75db7851-cab8-11e7-bc44-ef085f0aa375′]

ViaCB

Ultime notizie

Una donna promettente: arrivano le scuse da parte di Universal Pictures International

Una donna promettente arriverà in Italia tra un mese, dopo uno spostamento recente Una donna promettente è il film che...

Articoli correlati