Emmy 2021: La Regina degli Scacchi fa incetta di premi

La Regina degli Scacchi (The Queen's Gambit) di Netflix ha dominato i Creative Arts Emmy 2021 portando a casa nove premi.

Da leggere

Mollo tutto e apro un chiringuito: recensione del film del Milanese Imbruttito

Il 7 dicembre 2021 l'Imbruttito arriva al cinema portando scompiglio con Mollo tutto e apro un chiringuito. Dopo il...

James Cameron:” Spider-Man sarebbe stato il mio miglior film!”

La dichiarazione è contenuta in un libro di memorie dedicato alla carriera del regista A pochi giorni dall'uscita dell'attessissimo Spider-Man:...

Avete visto il nuovo compagno di Gabriel Garko? Ecco con chi ha ritrovato l’amore dopo la rottura con Gabriele Rossi

Gabriel Garko ha ritrovato l'amore. Ad un anno dal suo coming out fatto in diretta al Gf Vip e...

Block title

La serie Netflix La Regina degli Scacchi domina gli Emmy Craft Awards con 9 premi

Dopo essere diventato un inaspettato fenomeno culturale lo scorso anno, durante la pandemia, La Regina degli Scacchi (The Queen’s Gambit) di Netflix ha dominato i Creative Arts Emmy di questo fine settimana portando a casa ben nove premi. La serie di Scott Frank sull’orfana prodigio degli scacchi Beth (Anya Taylor-Joy) è stata premiata per il casting, la fotografia, i costumi d’epoca, il montaggio, il trucco (non protesico), la colonna sonora originale (Carlos Rafael Rivera), la scenografia e il montaggio del suono.

Dovremo attendere fino al 19 settembre, per la premiazione dei 73. Primetime Emmy Awards, per scoprire se la serie si porterà a casa premi più “principali” come quello per la Miglior serie. Indipendentemente da ciò, l’autore Scott Frank è riuscito a riunire un talentuoso team di artigiani (tra cui il direttore della fotografia Steven Meizler, lo scenografo Uli Hanisch, la costumista Gabriele Binder, la montatrice Michelle Tesoro, il compositore Carlos Rafael Rivera e il sound designer Wylie Stateman) che sono riusciti a trasmettere un’atmosfera quasi surreale al rito di passaggio della giovane protagonista Beth. Una volta che gli spettatori hanno intravisto per la prima volta la Beth di Anya Taylor-Joy, sono stati subito catturati e trascinati dal fascino glam degli anni ’60 fatto di sesso, droga, alcol e rock’n roll, nonché dal fascino degli scacchi come metafora del potere e del controllo in un mondo dominato da uomini.

Al secondo posto tra le serie TV con più statuette vinte c’è The Mandalorian di Lucasfilm (su Disney+), che ha vinto 7 Emmy, eguagliando così quelli vinti l’anno scorso per la stagione 1. WandaVision della Marvel (anch’essa di Disney+) è stata premiata con tre Emmy per il suo fantasioso mondo incentrato sulle sitcom; i primi Emmy Awards di casa Marvel. Hanno vinto tre Emmy a testa anche The Crown di Netflix, la cui ultima stagione ha introdotto la Margaret Thatcher di Gillian Anderson e la Lady Diana Spencer di Emma Corrin; la commedia Ted Lasso di Apple TV+; e Pose di FX, la rivoluzionaria serie ambientata negli anni ’80.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Ultime notizie

Mollo tutto e apro un chiringuito: recensione del film del Milanese Imbruttito

Il 7 dicembre 2021 l'Imbruttito arriva al cinema portando scompiglio con Mollo tutto e apro un chiringuito. Dopo il...

Articoli correlati