Breaking Bad Cinematographe.it

Bryan Cranston ha indicato un raro momento di gioia (seguito da una tragedia, ovviamente) nella quinta stagione di Breaking Bad come il momento clou del suo tempo nella serie drammatica vincitrice dell’ Emmy

Breaking Bad ha celebrato il decimo anniversario della sua stagione d’esordio, lanciata il 20 gennaio 2008 su AMC e diventata una delle serie televisive più acclamate di tutti i tempi. Entertainment Weekly ha celebrato il traguardo chiedendo al cast di valutare le sue scene preferite e le risposte di Aaron Paul e Bryan Cranston non sono state probabilmente quelle che i fan si aspettavano.

Il momento preferito di Paul delle sue cinque stagioni in Breaking Bad nel ruolo di Jesse Pinkman si è verificato durante la prima metà della stagione finale dello show. Nell’episodio Buried, Jesse è invitato a cena da Walt e sua moglie, Skyler (Anna Gunn), e cerca di rompere l’imbarazzante tensione tra i personaggi a tavola facendo i complimenti a Skyler per i fagiolini. Sfortunatamente, Skyler non ha cucinato le verdure ma le ha ordinate da una gastronomia. Jesse si corregge allora dicendo “Oh! Oh, beh, complimenti per la spesa, allora, perché sono di prima scelta.”

Breaking Bad: ecco la foto della reunion per i 10 anni della serie

“Penso che spicchi davvero – con Jesse che tiene il suo bicchiere d’acqua come se fosse una copertina di Linus”, ha detto Paul. “Si nasconde dietro il suo bicchiere d’acqua mentre guarda questo matrimonio che sta cadendo a pezzi davanti ai suoi occhi. Quando Skyler dice “Ti ha anche parlato della mia relazione?” – Ho visto quella scena così tante volte e ogni volta rido, solo per l’assurdità di tutto.”

Anche il momento di Breaking Bad di Walt che Cranston ha preferito appartiene alla stagione finale, ma non fa parte di uno degli episodi più iconici come Ozymandias o il finale della serie. Nell’episodio Freight Train, Jesse e Walt festeggiano un rapina a un treno andata a buon fine quando Todd (Jesse Plemmons) estrae una pistola e spara a un ragazzino innocente, per il solo fatto di aver visto gli uomini portare a termine l’azione criminale. La svolta istantanea della scena, dai festeggiamenti alla tragedia, continua a perseguitare Cranston.

Tutte queste cose dovevano andare bene – e tutto è andato bene! È stato fantastico! – Ha detto Cranston sulla scena – Ricordo i personaggi che celebravano euforicamente la rapina del secolo. E un attimo dopo, una vita innocente si spegne quando quel ragazzo sulla moto si presenta. Lui è lì. E mentre Jesse e Walt stanno cercando di capire, ‘Oh merda, cosa facciamo?’ Il personaggio di Jesse Plemons solleva una pistola e gli spara. Ed è stato tipo ‘Oh mio Dio!’

“Era una narrativa così ben costruita”, ha proseguito Cranston. “Ok, vuoi vivere gli alti di Walter White? Vuoi essere su quel viaggio in treno con Jesse Pinkman? Ecco che che la scena serve questo scopo, per il pubblico. E ora ecco le ripercussioni del business in cui i protagonisti si trovano coinvolti. Ecco cosa succede quando dimentichi che c’è una moralità connessa alle conseguenze di ogni azione. È stato davvero fantastico. “

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE