Summertime 2: Amanda Campana e Andrea Lattanzi svelano il perché della loro sintonia [VIDEO]

La nostra intervista ad Andrea Lattanzi e Amanda Campana, alias Dario e Sofia.

Da leggere

Paola Lavini: “Sono la Divina Maria Callas in TV e a teatro”

L’abbiamo vista nel film pluripremiato Volevo Nascondermi di Giorgio Diritti sulla vita di Antonio Ligabue nel ruolo di Pina...

Ayla – la figlia senza nome: la storia vera del film di Can Ulkay

Ayla - la figlia senza nome è un film del 2017 diretto da Can Ulkay. Ambientato durante la guerra...

L’uomo dei Ghiacci: la spiegazione del film con Liam Neeson

Arriva Liam Neeson e con un pugno salva tutti. Più o meno. Diciamo che L'uomo dei Ghiacci fa un lungo giro...

Block title

Summertime, la serie televisiva italiana Netflix prodotta da Cattleya, si accinge a tornare con una seconda stagione sulla piattaforma streaming, che debutterà il 3 giugno prossimo. La realizzazione, ispirata liberamente al libro Tre metri sopra il cielo di Federico Moccia, descrive le peripezie di un gruppo di amici durante l’estate, sulla riviera romagnola. I due protagonisti sono Summer (Coco Rebecca Edogamhe) e Alessandro (Ludovico Tersigni), tra i quali sboccerà l’amore e sono affiancati da Sofia (Amanda Campana), Dario (Andrea Lattanzi), Edoardo (Giovanni Maini), le cui vite si intrecceranno.

In occasione di una tavola rotonda dove è stato coinvolto gran parte del cast della seconda stagione di Summertime, abbiamo intervistato Amanda Campana e Andrea Lattanzi, che ci hanno raccontato come è stato tornare sul set della realizzazione, rispondendo ad ad alcune domande che gli abbiamo posto.

Summertime: la profonda amicizia tra Dario e Sofia nella serie

Summertime

Abbiamo cominciato l’intervista chiedendo ad entrambi su cosa hanno lavorato per l’interpretazione dei loro personaggi, visto che c’è molto feeling tra Dario e Sofia in Summertime.

La prima a rispondere è stata Amanda Campana: “Io devo essere sincera. Per quanto riguarda il punto di vista tecnico recitativo ho avuto la fortuna che il mio compagno di squadra fosse Andrea, quindi mi sono totalmente lasciata trasportare da lui. Sapevo di essere in ottime mani perché io stimo tantissimo Andrea sia come persona che come attore ed effettivamente questa cosa ha pagato in quanto le scene erano veramente naturali. Il legame che si è creato tra di noi è sincero.”

Andrea Lattanzi ha aggiunto: “Concordo su tutto. Nella prima stagione c’era molta paura di affrontare questo aspetto qui e ovviamente un po’ si notava, anche perché eravamo coinvolti un progetto molto grande. Io ho avuto la fortuna nella mia vita di affrontare sempre tutto di petto, soprattutto in passato perché mi sono successe molte cose e forse potrei scriverci tanti libri in merito. In quel momento lì vedevo che c’era anche bisogno di aiuto in questo e mi sono sempre messo a disposizione e reso disponibile. Se capiterai mai sul set, se senti delle urla sono io che incito le comparse, ma non perché sento il dovere di farlo, ma perché sono fatto così, perché ho voglia che la cosa esca fuori. Quindi ho cercato di fare questo con Amanda che poi è nato tutto da sé perché mi sono trovato benissimo con lei fin dall’inizio. È stato un rapporto che con il tempo si è ancora di più radicato e quindi ha contribuito a creare sempre di più questa super amicizia che oltre che sul set c’è anche nella vita reale.”

Summertime: il ritorno sul set della seconda stagione

Summertime

Abbiamo poi chiesto ai due di raccontarci del loro coinvolgimento nella seconda stagione e se le aspettative che avevano sono poi state soddisfatte.

Il primo a rispondere è stato Andrea Lattanzi: “Non sono stato contento, di più perché è una cosa che non ti aspetti. Non è scritto da nessuna parte che una serie deve essere rinnovata per forza: tu hai un contratto, lo firmi, ma non sai se vai avanti o meno. Abbiamo avuto una grande fortuna che non capita tutti i giorni, c’è gente che vorrebbe stare al nostro posto. Sono stato contento per come era andata la prima stagione, per tutto il grande successo che ha ottenuto. Poi ovviamente anche avere una rivincita, una rivalsa nella seconda per poter portare quella evoluzione ai personaggi. In un certo modo è stato semplicemente bello che è un po’ riduttivo ma è la verità. C’è stata molta voglia nella seconda stagione di fare ancora meglio perché penso che è proprio quello che la vita ci invita a fare, a spronarci, a migliorare. Speriamo che ci siamo riusciti con questa seconda stagione, vediamo come andrà.”

Amanda Campana ha concluso: “Per me fare la seconda stagione è stato come riprendere aria, sarebbe stato comunque splendido, ma dopo un periodo di pandemia, di clausura, sapere che sarei tornata sul set a fare finta di niente perché l’estate che vediamo in Summertime è senza Covid, per me è stato meraviglioso, ho detto ‘che bello, torno a vivere’. Poi ovviamente noi non facciamo vacanze da due anni e non le faremo nemmeno quest’anno perché dovremmo girare la terza stagione, però per me Summertime è un po’ una vacanza, una vacanza in cui lavoro, ma mi diverto come se fossi in vacanza. Quindi sono stata contenta e sono altrettanto felice di tornare in Romagna a girare i nuovi episodi.”

Leggi anche – Summertime – Stagione 2: l’estate della maturità e dei cambiamenti per il cast della serie Netflix

 

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Ultime notizie

Paola Lavini: “Sono la Divina Maria Callas in TV e a teatro”

L’abbiamo vista nel film pluripremiato Volevo Nascondermi di Giorgio Diritti sulla vita di Antonio Ligabue nel ruolo di Pina...

Articoli correlati