Jurassic World – Il Dominio: qual è l’età consigliata per vedere il film?

Jurassic World - Il Dominio è adatto all'età dei vostri bambini? Capiamo insieme l'età consigliata per vedere il film conclusivo della saga.

I dinosauri sono tornati sul grande schermo grazie a Jurassic World – Il Dominio e stavolta non sono più reclusi all’interno di Isla Nublar, poiché popolano il pianeta Terra insieme agli umani, determinando nuovi e terrificanti equilibri e ingigantendo la portata di questi esseri giurassici che, in questo capitolo conclusivo diretto da Colin Trevorrow, sembrano talvolta alla stregua di docili gattini, salvo poi dirottarci in un batter d’occhio in scene alla Godzilla vs. Kong.

Al netto dei difetti formali e tecnici che questa pellicola si porta appresso, è chiaro che, per citare Laura Dern (qui nuovamente nei panni della dottoressa Ellie Sattler), “non ci si abitua mai” a vedere dei dinosauri passeggiare in mezzo agli uomini: uno spettacolo che non può fare a meno di attirare i fan della saga, sia quelli cresciuti nel mito di Jurassic Park che i più piccoli, che si approcciano a questo mondo giurassico assuefatti più che mai da giocattoli, parchi ed esperienze immersive. Tuttavia, i dinosauri sono pur sempre mostri agli occhi dei bambini, poiché si presentano nel loro immaginario come creature giganti, a confronto dei quali ogni altro essere vivente sparisce. Ed è vero che molti di loro non farebbero del male a una mosca, eppure l’attenzione si focalizza sempre sulla spettacolarizzazione della potenza animale, in un corridoio di stupore e paura in cui si rintracciano più forza, più potenza, più denti.

Alla luce di ciò è giusto chiedersi se Jurassic World – Il Dominio è adatto alla visione dei bambini e, soprattutto, a partire da quale età? Il film è stato classificato come PG-13, quindi vietato ai minori di 13 anni non accompagnati da un adulto, eppure sono tanti i bambini che vanno letteralmente in visibilio per il T-Rex, non temendo affatto il suo atavico ruggito. Insomma, alle volte tutto può essere molto soggettivo! Cerchiamo allora di stilare una guida alla visione per capire se e in che misura sono presenti scene di violenza o altri dettagli che potrebbero turbare la quiete dei vostri figli, nipoti o semplici piccoli amici.

Jurassic World – Il Dominio: le tematiche positive presenti nel film

Innanzitutto è bene sottolineare le tematiche positive di cui Jurassic World – Il Dominio si fa portavoce. Ambientato quattro anni dopo la distruzione di Isla Nublar, il film con Chris Pratt, Bryce Dallas Howard, Laura Dern, Sam Neill e Jeff Goldblum nel cast ci porta faccia a faccia con un mondo invaso dai dinosauri in cui si scontrano umani che lottano per proteggere questi animali e altri che invece vorrebbero solo trarne profitto economico. Ciò che si innesca è fondamentalmente una battaglia su più fronti, in certi casi neanche ben articolata, che confluisce in un pacifico messaggio finale. Questa bontà affiora soprattutto nelle intenzioni dei protagonisti e nell’epilogo del film, proclamando la necessità di essere tolleranti e di imparare a convivere, correlata da immagini in cui creature preistoriche passeggiano o nuotano accanto a elefanti, leoni e delfini, in un’amalgama naturale che di certo non risulta scontata. Il precetto che viene a galla, dopotutto, è quello che conta e che arriva dritto al cuore dei più piccoli, che magari possono cogliere la bellezza di unire le forze, facendo della diversità non un freno quanto un punto di forza.

Un’altra tematica che si legge tra le righe è quella della famiglia. In un tempo in cui il nucleo familiare si discosta dalla “normalità” è di certo interessante porre al centro della scena una ragazzina (Masie, interpretata da Isabella Sermon) nata senza l’ausilio di un papà, che vive con una coppia non sposata: due genitori che di fatto non sono i suoi, ma la amano e la proteggono come se lo fossero. Così facendo Jurassic World – Il Dominio si focalizza sull’amore che un piccolo gruppo di persone è in grado di generare, al di là dei legami legali o di sangue, lanciandosi in avventure mortali pur di onorare un sentimento che di fatto non ha bisogno di certificazioni né di giustificazioni.

Emerge quindi un rispetto per tutti gli esseri viventi, per i legami uomo-uomo e uomo-animale, per il mondo che ci ospita. Tutto questo pone Jurassic World – Il Dominio come un ottimo punto di partenza sul quale improntare conversazioni etiche e morali, sempre a misura di bambino!

Ci sono scene violente in Jurassic World – Il Dominio?

Tuttavia ci sono delle scene che potrebbero turbare la sensibilità dei più piccoli, specialmente se non abituati a vedere certi prodotti. Parliamo, nello specifico, di scene in cui i dinosauri attaccano gli umani (in alcune sequenze anche alcuni bambini si trovano a fronteggiare la furia di animali fuori dal comune) o scene in cui si affrontano tra di loro, dando spettacolo in combattimenti che potrebbero essere avvertiti come violenti. C’è di buono, però, che non si scende mai nella crudeltà dell’atto: si percepisce l’attacco, la destabilizzazione della normalità, ma non si vedono mai i dettagli degli “incidenti” che coinvolgono i cattivi (già, perché come in ogni favola, a perire sono sempre i villain!). La violenza è abilmente mescolata all’azione: inseguimenti, ferocia, un pizzico di paura che comunque non arriva mai fino in fondo. Anche il terrificante T-Rex sembra essere edulcorato, apparendo qui come un salvatore piuttosto che come una minaccia.
Va da sé, poi, che tutto dipende dal grado di sensibilità di ogni singolo bambino. L’età di 13 anni fissata per la visione potrebbe, a nostro parere, anche leggermente abbassarsi a fronte di uno spettatore temerario, appassionato della saga e già consapevole del fatto che (purtroppo e per ora) i dinosauri restano solo un’elucubrazione filmica.

Jurassic World – Il Dominio contiene scene di sesso?

Jurassic World Dominion cinematographe.it

Se, schivata la pallottola della violenza, temete di imbattervi in scene di nudo o di sesso, potete star tranquilli, perché il film di Colin Trevorrow ne è sprovvisto. Forse l’unica incombenza che potrebbe capitarvi è quella di rispondere a domande circa la procreazione, dal momento che la pellicola mostra un filmato in cui la mamma di Masie è incinta. A seguito di ciò alla bambina viene spiegato che la donna è riuscita a concepirla da sola, attuando quella che in natura si chiama partenogenesi (che riscontriamo in tantissime specie animali) e che nel film si collega ai velociraptor (nello specifico a Blue).

Il linguaggio del film

Anche il linguaggio è alquanto tranquillo e non dovrebbe sconvolgere i più piccoli. Non sono presenti tante parolacce, né modi di dire che non ne rendono fruibile la visione.

Concludendo, possiamo dunque dire che Jurassic World – Il Dominio è un film che si presta alla visione di tutta la famiglia. Indicato nello specifico per bambini dai 13 anni in su, a nostro parere non crea particolari sconvolgimenti a chi ha qualche anno in meno, purché sia volenteroso di scoprire l’immenso mondo giurassico e sia accompagnato da un adulto.

Articoli correlati