Chi è John Turturro: film, vita privata e curiosità sull’attore

Tutto quello che dovete sapere su John Turturro, tra carriera, vita privata e curiosità.

- Ultimo aggiornamento: 3 Marzo 2019 22:10 - Tempo di lettura: 5 minuti

Ne Il nome della rosa, la serie-evento in onda sulla Rai da lunedì 4 marzo che riadatta il romanzo del 1980 di Umberto Eco da 50 milioni di copie vendute nel mondo, John Turturro interpreta il protagonista Guglielmo da Baskerville, frate francescano ed ex inquisitore che indaga su un misterioso omicidio avvenuto in un’abbazia benedettina del Nord Italia.

Il Nome della Rosa: leggi qui la recensione della serie tv Rai

Per prepararsi al ruolo, ha letto il romanzo di Eco (che non conosceva) e scoperto un personaggio dotato di straordinaria intelligenza, attualissimo nel modo in cui fa dialogare fede e razionalità. Ma chi è questo attore italo-americano – ha la doppia cittadinanza, ma l’italiano non lo parla poi così bene – che, nonostante possa vantare una solida carriera cinematografica, alle luci della ribalta ha sempre preferito il lusso meno scintillante di sperimentare, rischiare, divertirsi? Ecco alcune notizie ed altrettante curiosità su un interprete sensibile e versatile, ammirato per il suo stile recitativo che fonde, con grazia inimitabile, istrionismo e malinconia.

1. John Turturro: l’attore di Brooklyn nato in una famiglia italo-americana di artisti

John Turturro Cinematographe.it
Turturro con il fratello Nicholas e la cugina Aida

John Michael Turturro è nato a Brooklyn, New York, il 27 febbraio 1957. Il padre, Nicola (poi Nicholas) Turturro era un muratore e carpentiere originario di Giovinazzo, cittadina di circa 20mila abitanti in provincia di Bari che aveva lasciato a sei anni. La madre, Caterina (poi Katherine) Incerella, era invece una cantante jazz originaria di Aragona, in provincia di Agrigento. John Turturro ha anche un fratello, Nicholas, che come lui svolge la professione di attore: recentemente lo abbiamo visto nel bel film di Spike Lee BlacKkKlansman. Anche una sua cugina, Aida Turturro, è attrice professionista che si divide principalmente tra teatro e televisione ed è nota al grande pubblico per aver partecipato a serie culto come E.R. e I Soprano, di cui è co-protagonista.

2. Da Mac a Passione: i film da regista in onore del padre e della città di Napoli

Alla figura del padre Turturro ha dedicato il film Mac (1992), da lui interpretato e diretto, premiato a Cannes come opera prima: è la storia di tre fratelli che, per onorare la memoria del genitore scomparso, mettono in piedi un’impresa edile che, pero, è destinata a far da detonatore a conflitti e recriminazioni reciproche. Nel documentario del 2009 Prove per una tragedia siciliana, Turturro torna invece ad Aragona e a Palermo per riannodare il legame con il lato materno della sua famigliae per interrogare i luoghi di una terra ricca di storie cui dar corpo e voce attraverso l’arte del racconto. Sull’amore per la musica, eredità materna, Turturro, nel 2010, ha imperniato il suo documentario musicale Passione, in cui va alla riscoperta della tradizione neo-melodica della canzone napoletana, alternando interviste e video d’epoca.

Scopri qui altri celebri attori italo-americani

3. John Turturro parla italiano? Per Mia madre di Nanni Moretti si, anche se…

John Turturro in una scena di ‘Mia madre’, film di Nanni Moretti del 2015

Tra gli altri film italiani cui ha preso parte anche lo struggente Mia Madre (2015) di Nanni Moretti, per il quale ha dovuto rispolverare il suo italiano stentato. Turturro ha da qualche anno la doppia cittadinanza, ma si sente insicuro nel parlare la nostra lingua. Ha dichiarato di aver rifiutato più volte film in cui gli veniva chiesto di interpretare malavitosi italiani e di come simili ruoli lo rendessero insofferente. Tra i lavori di cui va più fiero c’è La tregua, adattamento cinematografico del libro-testimonianza di Primo Levi diretto da Francesco Rosi nel 1997. Il film gli è costato anni di studio e letture, ma rappresenta una delle esperienze lavorative che più lo hanno appagato.

4. Martin Scorsese, Woody Allen, i fratelli Coen: ascesa e consacrazione di John Turturro

John Turturro Cinematographe.it

Il debutto di John Turturro nel mondo del cinema si colloca nel 1980, quando l’attore prende parte a Toro Scatenato di Martin Scorsese, pur senza ottenerne i crediti. Con il regista italo-americano torna poi a recitare nel 1986, anno fondamentale della sua carriera: per Scorsese, è Julian nel film Il colore dei soldi, una delle sue prove attoriali più elogiate dalla critica. Nello stesso anno recita anche per Woody Allen in Hannah e le sue sorelle e la sua carriera decolla. L’anno successivo Michael Cimino lo vuole nel film Il siciliano. La consacrazione arriva, però, con Il Grande Lebowski (1998) dei fratelli Coen, in cui interpreta Jesus Quintana. Turturro è anche uno dei protagonisti di Fratello, dove sei? (2000), altro grandissimo film dei Coen.

Woody Allen: 5 frasi celebri per capire la sua filosofia

5. In tv John Turturro è stato John Stone, l’avvocato delle cause perse tormentato da una malattia psicosomatica

John Turturro Cinematographe.it

Nel 2016 John Turturro ha ottenuto grande attenzione internazionale per aver preso parte alla miniserie The Night Of in cui interpreta l’avvocato John Stone, un ruolo complesso, sospeso tra nobiltà e miseria, per il quale in un primo momento era stato scritturato Robert De Niro, di cui tra l’altro Turturro è molto amico (per lui ha recitato in The Good Shepherd). I produttori della serie, acclamata dalla critica, hanno annunciato una seconda stagione che, però, non è stata ancora realizzata. Nel ruolo di protagonista, oltre a Turturro, troviamo Riz Ahmed, attore e rapper britannico-pakistano, ad oggi uno dei giovani interpreti più promettenti.

6. John Turturro e Transformers: Seymour Simmons, il personaggio meno amato

Nonostante non si ricordino passi falsi nella sua prestigiosa carriera, John Turturro ha una volta dichiarato di non essere particolarmente fiero del ruolo di Seymour Simmons, interpretato nei primi tre capitoli della saga dei Transformers. “Naturalmente non mi vergogno di aver preso parte a quei film, ma rappresentano solo una minima parte di ciò che ho fatto”, ha confessato l’attore a Digital Spy nel maggio del 2014, “so che al pubblico sono piaciuti ed è una cosa grandiosa, ma non sono il tipo di film che guardo e non voglio essere conosciuto per averne preso parte”.

7. John Turturro: il legame inossidabile con la moglie e i due figli 

John Turturro e la moglie Katherine

Dal 1985 John Turturro è sposato con Katherine Borowitz, nata a Chicago nel 1954. Attrice amata dai fratelli Coen, è apparsa in L’uomo che non c’era, film del 2001, e A Serious Man, del 2009. Nel 2005 ha preso parte a Romance & Cigarettes, film scritto e diretto dal marito con il compianto James Gandolfini, Susan Sarandon e Kate Winslet nel cast. La coppia ha due figli, di 28 e 18 anni: Amedeo, nato nel luglio del 1990 a Los Angeles, e Diego, nato nel dicembre del 2000 a New York. Entrambi i pargoli hanno fatto i primi passi nel mondo del cinema, ma il primogenito alterna all’attività di attore quella di editore e produttore. In una recente intervista, John Turturro ha confessato di essere stato un padre poco presente, ma comunque attento all’educazione dei due figli: “avrei voluto essere più presente, ma sono cresciuti bene, con dei valori sani, e di questo io e Katherine andiamo fieri”.