Il meglio di Eva Green: i suoi ruoli migliori tra film e serie tv

Quali sono i ruoli che hanno consacrato Eva Green al successo, decretandone il suo talento? Vediamo cinque interpretazioni impeccabili, tra film e serie tv!

Occhi ghiaccio, labbra sensuali, un corpo perfetto, determinazione e talento ben mixati con l’irresistibile fascino francese in grado di catturare l’attenzione dei registi che la scelgono per i loro film e di farla apprezzare al pubblico maschile e femminile: stiamo parlando dell’attrice Eva Green.

Eva Green: la sua biografia e gli step del successo, dal teatro all’incontro con Bertolucci

Nata a Parigi il 6 luglio del 1980, Eva Gaëlle Green è figlia d’arte poiché sua madre è Marlène Jobert, nota in Italia per la partecipazione nel film Il giocattolo (1979) di Giuliano Montaldo dove ha interpretato la parte di sua moglie e già affermata in Francia sin dal 1966 per aver interpretato Elizabeth nel film di Jean-Luc Godard Il maschio e la femmina, mentre suo padre, dentista svedese, è apparso al cinema in Au hasard Balthazar (1966) di Robert Bresson ed è fratello dell’attrice Marika Green, nota principalmente per la partecipazione nel film Diario di un ladro (1959) di Bresson ed Emmanuelle (1973) di Just Jaeckin.

Con una formazione di alto livello e di ampio respiro artistico – dalla Saint Paul Drama School di Parigi alla Weber Douglas Academy of dramatic Art di Londra fino al corso di regia alla Tisch School of Arts della New York University- Eva Green si avvicina al teatro nel 2001, recitando in una pièce di Esther Vilar, Jalousie en trois fax, di Esther Vilar, per la regia di Didier Long per la quale riceve una candidatura ai prestigiosi premi Molière come nuova rilevazione teatrale.

Dopo pochi altri spettacoli, sempre di notevole e concreto successo, viene notata dal regista italiano Bernardo Bertolucci, il quale è determinato nel volerla coinvolgere in un progetto cinematografico che sfocerà nell’iconico film The dreamers del 2003. Da quel momento in poi, la carriera di Eva Green è un’ascesa di consensi e successi internazionali, con ruoli da cattiva e interpretazioni di personaggi del mondo fantastico, l’attrice rappresenta oggi un ottimo esempio di come la sensualità e la femminilità siano una grande asso nella manica per chi possiede versatilità e talento.

Vediamo nel dettaglio quali sono i 5 migliori ruoli nella carriera della bellissima Eva Green.

L’esordio – The Dreamers (Bernardo Bertolucci, 2003)

The Dreamers

Scandaloso, pungente, politico in pieno stile Bertolucci, The Dreamers è un film ambientato nel ’68 parigino, tra le ossessioni dei cinefili e le lotte sociali. Nel film, nel quale Eva Green recita al fianco di Louis Garrel e Michael Pitt, l’attrice svela tutta la sua delicata stravaganza, donando al personaggio di Isabel i tratti giusti per rappresentare una giovanissima donna in bilico sui propri disequilibri, come l’ossessione amorosa per il fratello Theo, interpretato da Garrel. Il film è indimenticabile per una serie di motivazioni, tra cui le scene senza veli di Eva Green, già seducente e raffinata.

Eva Green e la sua consacrazione come Bond girl in Casino Royale (Martin Campbell, 2006)

Leggi anche Le 10 migliori Bond girl nei film di 007

Nel primo 007 dell’era Daniel Graig è proprio Eva Green a interpretare la protagonista femminile, addirittura facendosi ricordare come l’unica donna capace davvero di far innamorare James Bond, Vesper Lynd. Da agente del tesoro britannico, Eva Green, nonostante la tipologia di film di azione, contribuisce a dare un significato maggiore alle note emotive e sentimentali, anche se riuscirà a confermare la regola del “Mai fidarsi di una Bond Girl”! Grazie a questo ruolo ottiene il Rising Star Award ai BAFTA e l’Empire Award come miglior scoperta femminile.

Eva Green e la sua strega malvagia in Dark Shadows (Tim Burton, 2012)

eva green Cinematographe.it

Seppur il film sia stato ampiamente criticato, in Dark Shadows l’impatto di Eva Green bionda nei panni di Angelique Bouchard, strega ossessionata dall’amore per il vampiro Barnaba Collins interpretato da Jhonny Depp, riesce a rendere il film interessante e divertente. Anche in questa occasione, pur interpretando una donna centenaria, rancorosa e ironicamente spietata, la Green si distingue per le sue doti da femme fatale, riuscendo a superare a pieni voti la prova.

La dark lady – Sin City: Una donna per cui uccidere (Frank Miller, 2014)

Eva Green Cinematographe.it

Nuovamente accattivante e sensuale è l’interpretazione di Ava Lord nella seconda trasposizione cinematografica di Sin City, tratta dall’omonima graphic novel di Miller. In questo contesto l’attrice francese palesa maggiormente la propria maturità e riuscendo a convincere per bravura e bellezza, grazie anche al phisique du role particolarmente indicato.

Il talento di Eva Green va oltre la bellezza nella serie tv Penny Dreadful (John Logan, 2014-2016)

Eva Green

Nonostante l’indissolubile legame con il cinema, è con la serie tv horror Penny Dreadful che Eva Green riesce a raggiungere l’apice di bravura, grazie alla suggestiva interpretazione di Vanessa Ives, protagonista della serie Penny Dreadful. La serie attinge ai personaggi che popolano la letteratura di genere del periodo gotico, tra cui Dorian Gray de Il ritratto di Dorian Gray di Oscar Wilde, Mina Harker del Dracula di Bram Stoker e Victor Frankenstein e La Creatura del Frankenstein, o il moderno Prometeo di Mary Shelley. Intensa e magnetica, Eva Green ricopre il ruolo di Vanessa Ives con non pochi sforzi, contribuendo all’enorme successo della serie e all’affermazione di se stessa come un’attrice di primo ordine e di magnetismo incredibile.

Articoli correlati