Avengers: Endgame – la spiegazione dei viaggi nel tempo

ATTENZIONE l'articolo contiene SPOILER su Avengers: Endgame e sul finale del film. Tutte le spiegazioni sulla teoria del viaggio nel tempo in Avengers: Endgame, come funziona, cosa ha comportato e cosa accadrà nel futuro del MCU.

- Ultimo aggiornamento: 28 Aprile 2019 18:55 - Tempo di lettura: 10 minuti

Il viaggio nel tempo è al centro della trama di Avengers: Endgame, ma in realtà non è la prima volta che l’Universo Cinematografico Marvel utilizza questo concetto. Nel suo solo movie, il Doctor Strange sfrutta la gemma del tempo per sconfiggere Dormammu, intrappolandolo in un loop temporale. In Ant-Man e il Wasp si parla di vortici temporali all’interno del Regno Quantico. Avengers: Endgame riparte proprio da qui. Dopo che Thanos ha distrutto tutte le gemme dell’infinito ed è stato ucciso da Thor, i Vendicatori non hanno i mezzi per annullare gli effetti del suo schiocco. Cinque anni dopo, Scott Lang riesce a uscire dal Regno Quantico, dove spiega che al suo interno, il concetto di tempo è diverso. I cinque anni sono in realtà cinque ore, perciò sarebbe possibile uscire e entrare in punti diversi della linea temporale. La seconda parte di Avengers: Endgame tratta proprio dei viaggi nel tempo. Questo concetto è essenzialmente difficile da capire. Non esiste una vera regola per viaggiare nel tempo, il che significa che ogni film può creare nuove idee. Solo una manciata di pellicole, quali Terminator, ne seguono le regole. Prima di proseguire, ecco quattro tipo diversi di viaggi nel tempo che vengono sviluppati in Avengers: Endgame.

Potrebbe interessarti anche Quanto Ritorno al Futuro c’è in Avengers: Endgame

10. Avengers: Endgame – tutti i viaggi nel tempo sviluppati nel film Marvel

Avengers: Endgame, Cinematographe

Linea temporale lineare (con cicli temporali): qualunque accaduta, è ormai successa. Entrare nel passato non può cambiare il passato perché è già passato (come in Terminator).
Paradosso del nonno: se torni indietro nel tempo e uccidi tuo nonno, allora non puoi esistere per tornare indietro e ucciderlo. Esempio: solo Donnie Darko si avvicina al concetto.
Effetto farfalla: qualsiasi piccolo cambiamento nel passato avrà un impatto enorme sul futuro.
Timeline fluida: una miscela di tutto quanto scritto sopra, in cui i cambiamenti sono decisi in base alla logica della storia. Esempio: Ritorno al futuro e Terminator 2.

Avengers: Endgame – QUI la spiegazione dell’epico finale

9. Avengers: Endgame, come funziona il viaggio nel tempo nel film

avengers endgame, cinematographe.it

Ci sono due scene in Avengers: Endgame in cui viene spiegato il viaggio nel tempo. Il primo è quando Banner risponde a un suggerimento di Rhodey di uccidere Thanos nella culla. Lo scienziato respinge la maggior parte degli esempi di viaggi nel tempo dalla cultura popolare (Ritorno al futuro in particolare), affermando “Se viaggi nel passato, quel passato diventa il tuo futuro e il tuo ex presente diventa il passato, che non può essere modificato dal tuo nuovo futuro”. In sostanza, non si può cambiare il passato perché il risultato finale è lo stesso.

Più tardi, quando Bruce sta cercando di ottenere la gemma del Tempo dall’Antico, lei gli conferma ulteriormente la sua idea: le gemme dell’infinito creano ciò che si chiama flusso del tempo. Se si rimuove una di esse, quel flusso si divide. Le azioni dei Vendicatori avvenute in passato possono avere un impatto sulla linea temporale, al punto da creare nuovi punti, che senza gemme, possono convergere tra loro. A quel punto, Bruce propone di correggere la linea temporale rimettendo ogni gemma al suo posto, in modo che il viaggio nel tempo non sia mai accaduto. In breve, i Vendicatori non possono cambiare la loro cronologia come è già successo, quindi entrare nel passato non influisce sulla loro realtà. Tuttavia, rimuovere le gemme dell’infinito da un punto precedente, crea nuove linee. Per correggere questo, le gemme devono essere riportate nella loro posizione originale nella timeline dopo l’uso.

8. Avengers: Endgame, qual è il piano dei viaggi nel tempo

Box Office Italia cinematographe.it

I Vendicatori intendono tornare indietro nel tempo per prendere le gemme dell’infinito e attaccarle nel nuovo guanto. Si dividono in quattro squadre: Iron Man, Capitan America, Ant-Man e Hulk a New York durante gli eventi di The Avengers per prendere il Tesseract, lo scettro di Loki e la gemma della mente; Thor e Rocket vanno ad Asgard durante Thor: The Dark World per rimuovere l’etere da Jane Foster; War Machine e Nebula per prendere la gemma del Potere dal Morag all’inizio di Guardiani della Galassia; Occhio di Falco e Vedova per recuperare la gemma dell’anima da Vormir. Ecco perché tutti dovevano tornare agli eventi dei film: mentre la Battaglia di New York ha un senso a causa delle tre argomentazioni sulla gemma dell’infinito, l’etere era nel museo del Collezionista da Thor: The Dark World e la gemma del potere su Xandar durante Guardiani della Galassia. Queste tre situazioni sono le meno complicate sulla linea temporale e non portano a cambiamenti sostanziali.

Il piano va storto in molti casi. Clint ottiene la gemma dell’anima ma deve perdere Natasha (che non infrange la sequenza temporale); Thor parla con Frigga qualche istante prima della sua morte, e le dice addio prima di prendere il Mjolnir. War Machine ottiene la gemma, ma Nebula non riesce più a tornare e resta nel 2014. Captain America ottiene lo scettro dopo una lotta contro se stesso nel passato; Tony e Scott non riescono ad avere il Tesseract, che finisce nelle mani di Loki e lo usa per teletrasportarsi. A quel punto, decidono di andare al 1970 per prenderlo dal Camp Lehigh nel New Jersey.

7. Avengers: Endgame, perché molte gemme dell’infinito hanno creato un loop temporale

Avengers: Endgame Cinematographe

La questione qui è molto complessa. Innanzitutto prendere le gemme dell’infinito creando più sequenze temporali viene affrontata alla fine di Avengers: Endgame con Steve Rogers che le riporta, insieme al Mjolnir, nei loro periodi di tempo originali. Così facendo, Cap cancella le linee temporali create dalla loro rimozione e tutto torna alla normalità. La domanda su come esattamente Steve abbia restituito la gemma dell’anima, o la sua reazione a Teschio Rosso come suo guardiano, è lasciato alle immaginazioni del pubblico.

Leggi anche Avengers: Endgame – chi muore nel film Marvel?

Il film ci lascia con una verità sorprendente: tutto quanto è sempre successo. Rocket ha sempre rubato l’etere da Jane, Howard Stark ha sempre incontrato Tony adulto nel giorno della nascita di suo figlio, l’Antico ha sempre parlato con Banner quattro anni prima della sua morte. È una timeline lineare e tutto ciò avveniva sullo sfondo dell’MCU.

6. Avengers: Endgame, Loki ha creato una nuova linea temporale?

Loki, Tom Hiddleston, Cinematographe

La prima vera intrusione nella timeline della Marvel in Avengers: Endgame riguarda la gemma dello spazio nel 2012. Tony e Scott intendono dare al Tony del 2012 un guasto al reattore ad arco quando incontra il segretario Pierce (cosa che presumibilmente è accaduta), che permette loro di avere tempo per prendere la valigetta con dentro il Tesseract. Un arrabbiato Hulk del 2012 complica le cose e la gemma dello spazio viene presa da Loki, che si teletrasporta lontano da New York. Seguendo le regole stabilite dall’Antico, questa è una rottura chiara e intenzionale nella timeline che non viene risolta neanche dopo la fine di Avengers: Endgame.

Gli effetti a catena sono gravi: direttamente, Loki sta ancora lavorando per Thanos a questo punto, quindi potrebbe avergli dato la gemma dello spazio anni prima; da una prospettiva cinematografica, non è lì per gli eventi di Thor: The Dark World o Ragnarok, il che significa che Odino non viene mai sostituito e, possibilmente, Asgard non viene distrutta e Thor non perde il suo Mjolnir. Inoltre i Vendicatori non hanno completato la loro prima missione, restando quindi più a lungo insieme. Si tratta solo speculazioni, ma se ciò fosse vero, provocherebbe un danno enorme. Ciò significa che quanto accaduto in questo periodo di tempo non fa parte dell’universo Marvel.

In pratica, questo è un modo per aggirare la morte di Loki all’inizio di Avengers: Infinity War. Thanos dichiarò “Nessuna resurrezione questa volta” e aveva ragione da un punto di vista. Loki è morto nell’Universo Cinematografico Marvel, ma esiste una versione di lui ancora viva e vegeta da qualche parte.

5. Avengers: Endgame, Thanos e la logica del viaggio nel tempo

Avengers: Endgame cinematographe

Cosa succederà dopo Avengers: Endgame? Scoprilo qui

Nebula e War Machine, per prendere la gemma del potere, interferiscono direttamente con l’inizio del film Guardiani della Galassia. In realtà non è una vera e propria intrusione, perché Star-Lord viene spesso messo fuori combattimento, perciò Steve restituendo la gemma, alla fine mantiene una certa continuità. L’impatto di Nebula nel passato influenza le cose. Grazie alla sua coscienza, la Nebula passata è collegata a quella futura; Thanos così apprende della missione dei Vendicatori, di quanto accaduto in Avengers: Infinity War e all’inizio di Endgame. Ed ecco dove diventa davvero complicato: intercettando la Nebula del futuro, Thanos viaggia nel tempo verso il mondo post-schiocco nel tentativo di fermare i Vendicatori. Il suo piano è ora di ritrovare le gemme dell’infinito, spazzare via ogni forma di vita e costruire un nuovo mondo. Alla fine, però, Thanos nel 2014 e tutte le sue forze vengono spolverate dallo schiocco di Iron Man.

I problemi temporali qui sono enormi. In Guardini della Galassia, Thanos era seduto sul suo trono lasciando che fare il lavoro sporco ai suoi secondini. Avengers: Endgame gli dà piena conoscenza del futuro, lo porta nel 2023 e lo uccide. Senza Thanos, l’intero MCU dopo Guardiani della Galassia è diverso; non vi è Infinity War (almeno non contro il Titano Pazzo, sappiamo infatti che anche il Collezionista vuole le gemme). È possibile che tutto ciò sia il risultato della fuga di Loki col Tesseract. Viceversa, potrebbe essere che Steve, ripristinando le gemme, influisca anche sulla linea temporale per far sì che questo Thanos esista ma su un flusso separato. Ma la spiegazione più logica, usando le regole del film, è che i Vendicatori hanno cambiato qualcosa nel 2014 che di conseguenza ha cambiato anche il passato.

4. Avengers: Endgame, Nebula uccide Nebula

Avengers: Endgame cinematographe.it

Durante la battaglia in Avengers: Endgame, la Nebula del futuro convince Gamora a unirsi a lei (un capovolgimento del loro arco in Guardiani della Galassia Vol. 2 ); questo porta a una resa dei conti in cui Nebula uccide la se stessa del passato. Secondo la logica del viaggio nel tempo questo si traduce nel paradosso del nonno (Nebula non può uccidere Nebula se non esiste), ma c’è una sorpresa.

Questa è un’ulteriore prova del fatto che qualsiasi cosa accade dopo l’arrivo di Thanos nel futuro, proviene esclusivamente dalla sua linea temporale.

3. Avengers: Endgame, Captain America è sempre rimasto nel passato?

Avengers-Endgame cinematographe.it

La fine di Avengers: Endgame ha mostrato un ultimo grande viaggio nel tempo. Quando Steve Rogers torna indietro nel tempo per rimpiazzare tutte le gemme e, come dice il film, correggere ogni potenziale problema, invece di tornare al presente, usa le particelle Pym per saltare agli anni ’40 e stare con Peggy – così da avere quell’ultimo ballo che gli è sempre stato negato. Ciò è confermato dall’apparizione di uno Steve anziano che svela di aver scelto di vivere la sua vita, e infine cede lo scudo a Falcon.

In sostanza, Capitan America si è inserito nel passato, diventando il marito di Peggy. I film Marvel non hanno dato molta attenzione alla vita dell’agente Carter, e sappiamo solo che in Captain America: The Winter Soldier, in un video d’archivio, appare il marito di Peggy che spiega come era stato salvato da Steve durante la seconda guerra mondiale. La serie Agent Carter è stata cancellata prima di poter rivelare la sua identità. È tuttavia possibile che questa ambiguità fosse nata per nascondere che si trattava di Steve Rogers da sempre.

Questa ipotesi potrebbe essere spiegata così: Peggy avrebbe dovuto nascondere il ritorno di Steve, vivendo magari sotto falso nome. Questo spiega come mai Peggy abbia ancora una foto del giovane Cap sulla sua scrivania. Tuttavia, il ritorno di Steve negli anni ’40 si traduce in un futuro totalmente diverso, forse senza Avengers.

2. Avengers: Endgame, cosa accadrà alla linea temporale nel MCU?

Avengers: Endgame cinematographe

Avengers: Endgame lascia intatta la timeline del MCU, con qualcosa in più: Loki e il Tesseract, e la fine di Thanos nel 2014. Nessun film è stato ritoccato o rimosso dalla continuità, sono stati aggiunti solamente degli eventi off-screen. Come un fan Marvel sa, però, la timeline del MCU non è perfetta. Dalla Fase 1, che è stata modificata insieme al piano dei Vendicatori originali, ci sono sempre stati buchi della trama evidenti che rendono complicata la ricostruzione di un ordine cronologico. In Spider-Man: Homecoming, ad esempio, si allude a “otto anni dopo”; altre riguardano l’ambientazione di Iron Man, e il post Civil War.

5 film da vedere per capire Avengers: Endgame

Avengers: Endgame in realtà non si preoccupa di affrontare problemi di ordine cronologico. Tuttavia, il finale lascia una domanda. La storia inizia nel 2018, all’indomani dello schiocco di Thanos, poi salta in avanti di cinque anni fino al 2023. Questo è il presente in cui c’è la battaglia finale e tornano in vita le vittime dello schiocco. Ciò significa che, da una prospettiva esterna, metà della popolazione è scomparsa per cinque anni, quindi tutto è tornato alla normalità (o quasi). Metà della popolazione avrà pianto e invecchiato per cinque anni, mentre un altro è stato riportato in un nuovo mondo. Ciò sarebbe sconvolgente per TUTTI.

Infatti, mentre il ritorno di Peter Parker appare come un evento felice, il film ignora che sicuramente metà della sua classe ora va all’università. Ciò pone alcune importanti implicazioni per Spider-Man: Far From Home – sicuramente deve essere ambientato prima di Avengers: Endgame, altrimenti il ​​film dovrà svolgersi in una città distopica nel 2023. Inoltre, le release del MCU del 2020 – Black Widow e The Eternals – sono entrambi prequel.

1. Avengers: Endgame e oltre, il futuro del MCU dopo il viaggio nel tempo

La serie Disney+ su Loki potrebbe occuparsi di quanto accaduto dopo la fuga col Tesseract. Avengers: Endgame suggerisce l’idea che Star-Lord speri ancora di trovare Gamora, anticipando così Guardiani della Galassia Vol. 3; non è nemmeno chiaro dove sia finita la Gamora del 2014, il che significa che potrebbe esserci ancora un sopravvissuto a quel confuso loop temporale.

In ogni caso, gli ultimi momenti di Avengers: Endgame sembrano destinati a mettere la parola fine a tutto: Thanos è stato sconfitto, la linea temporale è al sicuro, Capitan America ha avuto il suo lieto fine.

Disney+: dalle serie TV ai film, tutto quello che sappiamo!

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO