Animali fantastici e dove trovarli stasera in tv Cinematographe.it

C’è tutto un universo che ruota intorno alla scuola di Hogwarts e di Harry Potter, c’è tutto un universo nella penna di J.K. Rowling, c’è tutto un mondo di animali fantastici che animano i sogni dei bambini e dei fan della scrittrice, creature su cui hanno fantasticato. David Yates porta sullo schermo, facendola diventare un film vero e proprio, Animali Fantastici e Dove Trovarli, un’altra opera della madre di Harry Potter, una delle grandi magie della Rowling, in grado di far diventare un testo scolastico per giovani allievi di Hogwarts un libro con tutti i crismi. La pellicola racconta di un giovane magizoologo Newt Scamander, interpretato da Eddie Redmayne, che arriva a New York dall’Inghilterra, per incontrare una persona importante, con una valigia piena di creature fantastiche che ha salvato durante molti viaggi e che sono il risultato di molte ricerche. Il tutto si complica quando le creature scappano e Scamander viene preso di mira dalle autorità magiche.

Animali fantastici e dove trovarli Cinematographe.itAnimali Fantastici e Dove Trovarli: tra uno Snaso e il Bowtuckle

Yates porta lo spettatore in un universo lontano, fantastico, catapultando chi guarda, gli amanti di un determinato genere, tra animali pensati e curati in ogni minimo dettaglio. Il primo animale che lo spettatore incontra è lo Snaso, che è un po’ talpa e un po’ ornitorinco, attratto dalle cose luccicanti. Nel libro della Rowling, Scamander scrive:

Classificazione del Ministero della Magia (M.D.M.): XXX – un mago capace dovrebbe cavarsela

Lo Snaso è una bestia inglese. Soffice, nera e dotata di un lungo muso, questa creatura sotterranea ha una predilezione per tutte le cose luccicanti. Gli Snasi vengono spesso allevati dai Goblin per scavare nel profondo della terra in cerca di tesori. Benché lo Snaso sia gentile e anche affettuoso, può rivelarsi devastante nei confronti delle proprietà di un mago e non dovrebbe mai essere tenuto in casa. Gli Snasi vivono in tane fino a sei metri di profondità e danno alla luce da sei a otto piccoli per cucciolata.

Infatti lo Snaso – che è già presente nella scena di Harry Potter e l’Ordine della Fenice in cui il mago Lee Jordan lo porta nell’ufficio della signorina Umbridge per creare lo scompiglio – lo vediamo proprio rappresentato così, con un aspetto e un’indole gentile ma distruttivo di edifici e proprietà. Un’altra creatura, forse quella preferita dal magizoologo, e sua fedele compagna, è il Bowtuckle o Asticello – già studiato dagli studenti di Hogwarts in Harry Potter e l’Ordine della Fenice -, con un aspetto timoroso, dolce e molto pacifico, è il guardiano degli alberi da cui si ricavano le bacchette magiche, si innervosisce solo nel momento in cui il suo albero viene minacciato. Nel film ce ne sono quattro: Titus, Finn, Jeremy e Pickett che trova ospitalità nella tasca superiore della giacca di Scamander.

Animali fantastici e dove trovarli Cinematographe.itAnimali Fantastici e Dove Trovarli: le grandi creature

Animali Fantastici e Dove Trovarli è capace di rappresentare anche gli episodi più orrorifici e perturbanti in maniera magistrale, e in queste scene ci sono creature gigantesche, capaci di ingrandirsi e rimpicciolirsi, in grado di attaccare quando si trovano in pericolo. Prima tra tutte il  Thunderbird, uno dei simboli delle quattro casate della Scuola di Magia e Stregoneria di Ilvermorny, un immenso uccello rapace – che porta con sé tutto l’immaginario della mitologia e del folklore dei nativi americani -, che avverte il pericolo e che può dar vita a forti tempeste grazie alla sua inimmaginabile apertura alare. C’è poi l’Occamy, un bipede piumato con corpo di serpente che può arrivare ai quattro metri e mezzo di lunghezza, è aggressivo quando qualcuno gli si avvicina mentre sta covando e ha la capacità di ridurre le sue dimensioni per nascondersi anche nel più piccolo spazio (si pensi a quando viene rinchiuso in una teiera).

Animali fantastici e dove trovarli Cinematographe.itAnimali Fantastici e Dove Trovarli: le creature già note grazie a Harry Potter

È inevitabile che ci siano dei punti di contatto tra Animali Fantastici e Harry Potter e gli stessi si riscontrano nelle creature che vivono in questi film. Nella pellicola, in uno dei locali clandestini di New York in cui va a bere Scamander, troviamo Gnarlack, interpretato da Ron Perlman, un Goblin, creature già presenti nelle pellicole sul maghetto; se nella saga di Harry Potter avevamo conosciuto Dobby e Kreacher, qui troviamo il terzo elfo domestico, anch’egli in grado di rendersi utile in casa – in più di una scena lo si vede pulire le bacchette. C’è poi il Demiguise (Camuflone), originario dell’Estremo Oriente, è un erbivoro pacifico con le sembianze di una scimmia, con occhi grandi, neri e tristi; il suo pelo color argento viene usato per fare il celebre Mantello dell’Invisibilità.

David Yates riesce a fare qualcosa di incredibile, a dare corpo a creature che vivono tra le pagine di un libro, in un determinato album di creature, solo nell’immaginazione di chi sa, ha letto, e a stupire con un’opera che intrattiene e che crea con la fantasia il bestiario e i luoghi in cui ogni specie vive.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto