Luna Park dove è stata girata? Le location della serie TV Netflix

Viaggiamo insieme attraverso le location della sei puntate di Luna Park, tra la Capitale e il litorale laziale. 

Settembre è finito e finalmente Luna Park ha fatto il suo debutto ufficiale su Netflix. La nuova serie tutta italiana, scritta da Isabella Aguilar (già autrice di Baby) e prodotta da Fandango, porta in scena una Roma scomparsa, quella della Dolce Vita, ma lo fa non proponendo i soliti luoghi e le solite storie. Protagoniste della vicenda sono due ragazze completamente opposte, Nora (Simona Tabasco) e Rosa (Lia Grieco), e il mondo magico e misterioso del luna park. Tra le scintillanti luci delle giostre le due si incontrano per caso e da allora le loro vite si intrecciano unendo i destini di diverse generazioni, in un percorso fatto di intrighi e segreti durante il quale troverà posto anche la scoperta dei primi amori. Luna Park ci è piaciuto per tanti motivi – il cast, la colonna sonora, i costumi –  e anche per le location. Ricreare quell’atmosfera frizzante e spensierata non era facile, così come ricreare un vero e proprio luna park in stile anni Sessanta. La produzione ha fatto delle scelte eccellenti, trovando i luoghi giusti per riportare in vita quel periodo incredibile, tutto da scoprire per i giovanissimi, da riguardare con un pizzico di nostalgia per i meno giovani.

Leggi anche Luna Park: guida al cast della serie TV Netflix

Un luna park anni Sessanta rinasce lungo il litorale laziale

Luna Park Cinematographe.it

Come preannuncia il titolo stesso della serie, il luna park è il fulcro di tutta la vicenda, luogo dove Nora e Rosa si incontrano per la prima volta, dove la giovane giostraia scopre la verità sul suo passato, un rifugio separato dal mondo normale dove il tempo sembra quasi sospeso. Ricostruire un luogo del genere, per di più con le atmosfere di sessant’anni fa, non era un’impresa da poco. La produzione ha trovato il luogo ideale nel Park Lido di Ostia, un parco divertimenti già esistente che è stato rinnovato appositamente per le riprese della serie. Così il famoso parco divertimenti del litorale laziale è stato completamente ristrutturato, sono state installate montagne russe e ruote panoramiche, e lungo il perimetro esterno hanno presa vita tutti gli ambienti di quella che è la casa dei giostrai, dalle roulotte ai magazzini dove creano le loro giostre. Ma il contributo del litorale laziale a Luna Park non è stato solo quello del Park Lido. Molte scene, infatti, sono state realizzate a Piazza Sirio, la principale di Ostia, e non mancano poi riprese alla costa. La fine dell’episodio 2, per esempio, si svolge in riva al mare, così come la parte iniziale dell’episodio 3 in cui il gruppo di ragazzi protagonista si confronta proprio sulla spiaggia.

Dove è stata girata Luna Park? La bellezza senza tempo della Città Eterna nella serie Netflix

Luna Park Cinematographe.it

In una serie ambientata a Roma non potevano poi mancare alcune scene nella Capitale, che in Luna Park si mostra in tutta la sua bellezza senza tempo. Sono tanti gli scorci in cui si muovono i nostri protagonisti, soprattutto durante le puntate conclusive. Nell’episodio 5, per esempio, Nora e Simone (Alessio Lapice) passeggiano di notte davanti a Castel Sant’Angelo, uno dei monumenti più simbolici della città. Nell’ultimo episodio, il numero sei, una bellissima scena di gruppo è girata ai piedi dell’affasciante Teatro Marcello, antico teatro romano parzialmente conservato nella zona sud del Campo Marzio. Nella stessa puntata poi si scorge anche lo splendido Parco dell’Appia Antica, zona archeologica di grande prestigio in cui Simone si confronta con l’ambiguo Tullio Gabrielli (Paolo Calabresi) e con suo fratello Matteo (Edoardo Coen). Nel corso di tutti gli episodi, poi, sono tantissimi i luoghi di Roma che compaiono in tutta la loro bellezza unica, tra cui la Chiesa di San Gioacchino in Prati e la Chiesa del Sacro Cuore del Suffragio.

Il fascino di Cinecittà e dei suoi set

Luna Park Cinematogrphe.it

Tra le location romane di Luna Park appare anche uno dei suoi simboli più celebri, che negli anni in cui è ambientata la serie ha vissuto uno dei suoi momenti di massima gloria. Si tratta di Cinecittà, centro di produzione cinematografica fondato da Mussolini nel 1937 e diventato, in brevissimo tempo, cuore della produzione cinematografica e televisiva nazionale e internazionale. Attraverso Giggi Gabrielli (Guglielmo Poggi) e il suo desiderio di fare l’attore veniamo catapultati in quella fabbrica di sogni che ha segnato un’epoca, nella sua atmosfera patinata, nelle sue luci sfolgoranti ma anche nelle sue ombre profonde. Di Cinecittà si vede anche, durante diverse scene, uno dei magnifici set permanenti rimasti all’interno degli studi. Si tratta della maestosa ricostruzione della Roma antica, dove due personaggi lavorano come comparse. Per sentirvi come loro, e per vivere un pizzico della magica atmosfera di Cinecittà, potete approfittare dell’iniziativa Cinecittà si Mostra, un’esposizione permanente che apre le porte degli studi. Durante l’affascinante percorso si attraverseranno mostre ricche di costumi e oggetti di scena, locandine e foto esclusive dei più bei film girati a Cinecittà. Inoltre, si potranno attraversare con una guida i set permanenti, compreso quello dell’antica Roma che appare in Luna Park. Un’iniziativa culturale imperdibile, per vivere il cinema da dietro le quinte.

Cosa mangiare nei luoghi di Luna Park?

Luna Park Cinematographe.it

Viaggiare è stupendo, ma è anche impegnativo e mette un grande appetito! E poi, cosa c’è di più bello di scoprire un luogo attraverso le sue prelibatezze gastronomiche? Il Lazio, anche da questo punto di vista, ha molto da offrire. Se vi trovate a visitare la costa laziale per sentirvi come i personaggi di Luna Park è obbligatorio fermarsi in uno dei tanti locali di Ostia per una bella scorpacciata di pesce fresco. Tra i molti consigliamo Red Fish, locale conosciuto in tutto il litorale per l’eccellente materia prima, per la scrupolosa ricerca della qualità e per lo squisito gusto dei piatti a base di pesce. Quando invece passeggerete tra i monumenti della Capitale non potete mancare un tour gastronomico della città. Roma vanta una cucina ricca e saporita, con piatti celebri che sono diventati iconici e simbolo d’italianità all’estero. La regina di tutti è ovviamente lei, la carbonara, una pasta famosa tanto quanto il Colosseo e San Pietro, una vera religione per i romani. Sono mille le trattorie dove assaggiarla, ognuna con la sua ricetta segreta e personalissima. Noi vi suggeriamo quella di Da Gino al Parlamento, locale storico in attività dal 1963 dove si respira romanità in ogni angolo.

Leggi anche Luna Park: la colonna sonora è pazzesca! Tutti i brani

Tags: Netflix

Articoli correlati