Il Grinch: le ricette del film, dal Who Hash ai biscotti di pan zenzero

Ci sono ricette che farebbero sciogliere anche Il Grinch! Ecco quelle più gustose ispirate al film del 2018 come il Who Hash, gli spaghetti con le polpette e i biscotti di pan zenzero.

- Ultimo aggiornamento: 4 Dicembre 2018 18:53 - Tempo di lettura: 6 minuti

Una nuova trasposizione del libro di Theodor Seuss Geisel (noto ai più come Dr. Seuss),  How the Grinch Stole Christmas!, arriva al cinema grazie a Illumination per ricordarci l’importanza del Natale al di fuori della spietata commercializzazione che affligge tale periodo dell’anno.
Il Grinch si presenta così con la voce italiana di Alessandro Gassmann, con una grafica smagliante, luminosa, tenera e nettamente più umana per raccontarci la nota storia del burbero essere verde che vive in una grotta e che decide di rubare il Natale, salvo poi lasciarsi commuovere da una ragazzina e farsi travolgere dall’ottimismo.

Alessandro Gassmann: “Il Grinch insegna che la diversità non esiste”

Se leggendo la nostra recensione potete apprendere che è un film decisamente da vedere, specialmente con i più piccoli, di seguito scoprirete quanto Il Grinch sia anche un film da mangiare, nel senso che ci dà spunto per diverse ricette. Non parliamo di biscottini o cocktail verdi come il nostro protagonista: sono pietanze certamente scenografiche, la cui bellezza varia in base al tempo che avete a disposizione e alla dimestichezza con pasta di zucchero e affini. Ma no, non vogliamo parlare solo di cibi belli all’apparenza, bensì anche di piatti “di sostanza” e fattibili che potete captare sul grande schermo e poi riproporli nelle vostre tavole. Pronti a mettere le mani in pasta?

Spaghetti col polpette, Who Hash,biscotti di pan di zenzero: ecco le ricette ispirate a Il Grinch

1. Il Grinch: trasformarsi in Babbo Natale

Il Grinch Cinematographe.it

Da dove iniziare per calarsi nella parte di Babbo Natale? Beh come sappiamo questo signore generoso che la notte del 24 dicembre di ogni anno se ne va in giro per il mondo per consegnare doni ai bambini è sicuramente una bella forchetta, vista la sua stazza. Cosa c’è allora di meglio se non un bel piatto di spaghetti al sugo con polpette di carne?
Se i protagonisti di Lilli e il Vagabondo li gustano a lume di candela guardandosi teneramente negli occhi, il Grinch se li gusta da solo, senza preoccuparsi di sbrodolarsi. Tuttavia, che siate soli o in compagnia, gli spaghetti con le polpettine sono un piatto gustoso e sostanzioso che, in questo clima natalizio abbastanza lontano dal Bel Paese, ci riporta di diritto nella cultura culinaria italiana.
Ognuno, come potete immaginare, ha la sua versione del cuore. C’è chi predilige fare gli spaghetti con le polpette al forno, chi usa il macinato di pollo o chi si affida alla variante vegana. Noi, in questo caso, scegliamo la ricetta classica (immaginando che ognuno di voi aggiunga o ometta qualcosa).

2. Spaghetti al sugo con le polpette: la ricetta

Ingredienti

  • 500 gr. di spaghetti n°5
  • 500 gr. di macinato di bovino
  • 200 gr. di salsiccia
  • 80 gr. di grana grattugiato
  •  50 gr. di pangrattato
  • prezzemolo fresco tritato q.b.
  • 1 uovo
  • 1 l. di passata di pomodoro o 2 barattoli da 250 gr. di pomodori pelati

Procedimento

Per la preparazione delle polpette amalgamate la carne con l’uovo, il formaggio, il pangrattato, il prezzemolo fino a ottenere un composto compatto. Se gradite nell’impasto potete aggiungere anche della mortadella tritata e noce moscata, oltre al pepe nero.
Dopodiché procedete formando delle polpettine (prendete un po’ del composto di carne e create delle piccole sfere aiutandovi con i palmi delle mani). La dimensione varia in base al vostro gusto, ma a nostro parere la misura adatta corrisponde a quella di un’oliva o poco più.
Fatto ciò in una padella mettete dell’olio d’oliva con la cipolla tritata e fate soffriggere, quindi aggiungete la passata di pomodoro. Non appena bolle aggiungete le polpette (attenzione a non farle sovrapporre) e lasciatele cuocere e insaporire nel sugo per circa 30/40 minuti. Nel mentre l’acqua della pasta starà già bollendo: buttate gli spaghetti e scolateli a puntino, quindi riversate la pasta nella padella col sugo e amalgamate il tutto per bene. Se vi accorgete che il composto è troppo denso aggiungete qualche cucchiaio dell’acqua di cottura che avrete messo da parte. Servite a tavola e, se lo gradite, aggiungete una bella spolverata di formaggio!

3. Who Hash: la ricetta preferita del Grinch

Le lattine di Who Hash sono un must nella letteratura del Dr. Seuss e anche nel film d’animazione diretto da Scott Mosier e Yarrow Cheney non possono mancare. Il protagonista ne fa cadere a bizzeffe sul suo carrello, trainato da Max. Ma se volessimo cucinare il Who Hash a casa? Bene, vi occorrono carne di manzo, patate, cipolle, brodo di carne, sale e pepe.
Come vedrete, la preparazione di questa pietanza è piuttosto semplice. L’hash, che significa letteralmente “tagliare” divenne popolare in Francia e Gran Bretagna durante la seconda guerra mondiale per via della difficoltà nel trovare carne fresca. È però bello carpire che preparazioni simili sono presenti anche in altre culture gastronomiche, con alterazione magari dei tagli di carne e dei condimenti.

In USA, ad esempio, ricette simili si attestano già nel XVIII secolo; in Carolina del Sud e in Georgia si usa riutilizzare gli avanzi di carne di maiale condendoli con salsa bbq; in Danimarca e Svezia avanzi di carne di diverso tipo vengono cotti insieme e poi amalgamati con uova o con della panna e una cosa simile (ma con condimenti differenti) esiste anche nella cultura culinaria iberica. Insomma, questo per dire che, nonostante la ricetta che segue, ognuno può sentirsi libero di personalizzare il proprio Who Hash in base ai propri gusti e a ciò che ha in frigo.

4. Ecco come preparare il Who Hash

Ingredienti

  • 40 gr. di burro o olio d’oliva quanto basta
  • circa 300 gr. di carne in scatola o girello
  • una decina di patate di grandezza medio-piccola
  • 1 cipollotto
  • brodo di carne
  • sale e pepe q.b.

Procedimento

Sbucciate le patate, lavatele, tagliatele a cubetti; fate lo stesso con la carne;
Servendovi di una padella antiaderente, fate rosolare la cipolla tritata nell’olio d’oliva (o nel burro se preferite), quindi aggiungete la carne e le patate e cuocetele fino alla completa doratura. Amalgamate il tutto con un po’ di brodo di carne e ultimate con sale e pepe quanto basta.

5. Grinch: “Ammirate il biscotto”

Il Grinch Cinematographe.it

L’omino di pan di zenzero ha raggiunto l’apice della popolarità con la saga di Shrek ma, come è noto ai più, è un classico biscotto di Natale che non può assolutamente mancare nelle nostre credenze e, a quanto pare, neanche in quella del Grinch!
I gingerbread, tipici della cultura nordeuropea, sono biscotti molto speziati e deliziosi, le cui forme variano, rimanendo però sempre nella sfera natalizia. Abbiamo così alberi di Natale, renne, stelle e sì, anche Babbo Natale. Ed è inutile provare a resistere, se seguite la nostra ricetta vi garantiamo che finiranno in men che non si dica!

6. I biscotti di pan di zenzero: la ricetta di un must del Natale

Ingredienti

  • 700 gr. di farina 00
  • 10 g. di zenzero in polvere
  • 1 pizzico di chiodi di garofano macinati
  • 10 gr. Noce moscata
  • 10 gr. di cannella
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  • 320 gr. di zucchero
  • 200 gr. di burro
  • 1 o 2 uova (albume)
  • 100 gr. di miele
  • 1 pizzico di sale
  • 300 gr. di zucchero a velo

Procedimento

Mixate (in un mix con lame) la farina, lo zenzero, i chiodi di garofano, la noce moscata, la cannella e il bicarbonato. Infine aggiungete il burro  ancora freddo tagliato a dadini e frullate tutto in modo da ottenere una consistenza sabbiosa. Riponete il composto su una spianatoia e lavoratela fino a ottenere un panetto liscio e compatto. Avvolgetelo nella pellicola e fatelo riposare in frigo per almeno 30 minuti. Dopodiché riprendete l’impasto e, stendendolo col mattarello e una spolverata di farina, create una sfoglia di circa 1 cm., quindi iniziate a dare forma ai vostri biscotti con le formine che preferite.
Adesso potete stendere un foglio di carta forno nella teglia, riporre i vostri biscotti e infornare a 150°/170° gradi per 15/20 minuti a forno preriscaldato e ventilato. Controllate la cottura onde evitare di bruciarli e, non appena si saranno dorati, sfornateli e lasciateli raffreddare.

A questo punto potete occuparvi delle decorazioni. Preparate la ghiaccia reale montando gli albumi con lo zucchero a velo fino a ottenere un composto omogeneo e abbastanza consistente, quindi mettete la glassa in una sac-à-poche e iniziate a decorate i biscotti. Se volete dare un tocco di colore, vi basterà aggiungere del colorante alimentare.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO