Zombieland: Doppio Colpo

Zombieland: Doppio colpo sta per arrivare nelle sale italiane: ci saranno delle apparizioni nel film come quella di Bill Murray?

In USA Zombieland: Doppio colpo è nei cinema e i fan del primo film hanno finalmente potuto gustare questo sequel. Per poco i fan non hanno potuto godere dell’apparizione di Ryan Reynolds: un recente rapporto di Deadline parla di come la star di Deadppol abbia quasi preso parte al comic zombie movie. Il rapporto indica che i primi piani per il film includevano Reynolds nel ruolo dell’avversario di Tallahassee, il personaggio di Woody Harrelson. Sfortunatamente per i fan, Reynolds era piuttosto impegnato con altri progetti nel periodo in cui dovevano svolgersi le riprese e in più era il periodo in cui nasceva la terzogenita nata dalla relazione con Blake Lively.

C’erano piani anche per altri cameo di alto profilo in Zombieland: Doppio colpo (vi ricordate Bill Murray nel primo film?) ma tutto è sfumato. Più che un cameo all’inizio del film c’è un riferimento ad un altro universo seriale molto famoso, quando Columbus (Jesse Eisenberg) si sta rilassando mentre legge il numero 27 di The Walking Dead. Il regista Ruben Fletcher ha dichiarato di aver letto tantissimi fumetti di TWD prima di creare Zombieland perché era uno dei migliori esempi di sopravvissuti che vivevano in un’apocalisse post-zombi. “Emma [Stone] in realtà l’ha lanciato un’idea durante lo sviluppo della sceneggiatura“, ha raccontato Fleischer. “Ha pensato che sarebbe stato divertente se, mentre stavano viaggiando attraverso il paesaggio post-apocalittico, incontrassero alcuni dei membri di The Walking Dead, solo di passaggio, cosa che penso sarebbe stata davvero divertente. Ho sempre pensato che sarebbe è stata una scena divertente e so che i fan l’avrebbero apprezzata“.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto