Winona Rider

Winona Ryder appare bellissima sulla copertina del numero di novembre di Marie Claire UK, ora in edicola nel Regno Unito. Ecco cosa ha detto l’attrice di Stranger Things:

Sulla “Winonaissance” e il grande successo di Stranger Things: “È così travolgente. Non so cosa come sia per le persone davvero famose … continuo a sentire che le persone si stanno vestendo come me [come il suo personaggio Joyce]. E a me viene da dire: ‘Che cosa??’

Sull’infanzia e l’essere stata vittima di bullismo a scuola dopo Beetlejuice: “Non avevamo molti soldi, ma la compensazione in termini d’amore è stata incredibile. Mio padre rendeva ogni piccola cosa emozionante, come portare a casa Rolos. C’è quel detto: “Trova la tua famiglia”, ma io li avrei scelti anche se non fossero stati i miei genitori. Sono i miei migliori amici … ricordo di aver pensato, ‘Ooh, [Beetlejuice] è tipo il numero uno dei film. Questo renderà le cose grandiose a scuola.’ Invece le ha rese decisamente peggiori. Mi chiamavano strega.”

A proposito dei consigli chiesti a sua madre durante le riprese di Stranger Things: “Ho detto,” mamma, se ogni frammento di logica ti suggerisce che tuo figlio è morto, ti rifiuteresti ancora di crederlo?’ E lei ha risposto: ‘ Assolutamente.’ E io ho detto: ‘E se ti mostrassero un corpo?’ E lei: ‘Se non lo vedi accadere, non ci credi.’ È una cosa strana e primordiale. Ma potrei essere andato troppo oltre: sembrava che ogni giorno piangessi o dessi i numeri.”

Sul pronunciare in modo errato Snapchat ed evitare i social media: “‘Snack chat? Datemene un pezzo! Sono come una vecchietta confusa [sul set]. Le persone che rispetto davvero parlano di “pertinenza”, ma io dico, ‘non mi importa, lasciatemi sola’.”