Tombstone del 1993 ha provocato una lunga discussione su chi meriti davvero di essere accreditato come regista. Kevin Jarre, che ha scritto la sceneggiatura del classico western, doveva inizialmente ricoprire il doppio ruolo, venendo poi sostituito in extremis da George Cosmatos. Secondo Val Kilmer, però, è il protagonista Kurt Russell che ha aiutato più di chiunque altro a portare Tombstone al succeso mondiale.

Kurt Russell è esclusivamente responsabile del successo di Tombstone, non c’è nessun dubbio”, ha scritto Kilmer sul suo blog ieri; l’affermazione inequivocabile è stata rilasciata in risposta a una domanda sul ruolo di Russell dietro le quinte.

“Ho guardato Kurt sacrificare il proprio ruolo e l’energia per dedicarsi come narratore, persino andare a compilare liste di battute per aiutare il nostro regista sostituto, George Cosmatos, che è venuto con solo due giorni di preavviso.”

Kurt Russell non ha crediti come regista del film, ma è co-autore della sceneggiatura del doloroso e sottovalutato In fuga da Los Angeles.

Sam Elliott, Bill Paxton e Powers Boothe sono i co-protagonisti in Tombstone. Secondo Kilmer, Russell fece tanto dietro alla telecamera – se non di più – rispetto a quanto fece davanti come attore.

“Ho una tale ammirazione per Kurt che ha sostanzialmente sacrificato un sacco di energia che sarebbe staat necessaria per il suo ruolo, al fine di salvare il film”, ha continuato. “Tutti si sono imepgnati, non fraintendetemi, ma Kurt si è esposto molto più del resto del cast e della troupe.”