elisabeth moss, cinematographe

Nel film The Invisible Man ci sarà Elisabeth Moss, la quale ha però dichiarato che non interpreterà il ruolo dell’uomo invisibile

Lo ha annunciato lei stessa. L’attrice Elisabeth Moss, che è stata ingaggiata per partecipare al film The Invisible Man ha dichiarato che non impersonerà l’uomo invisibile.

Non so ancora ciò che mi è consentito dire, ma per quello che so non sarò io l’uomo invisibile- ha detto- sarebbe stato strano. Si tratta di una storia fortemente femminista, sul potere femminile e su una vittima sopraffatta da un qualcosa, perciò ci tenevo molto. Posso dire che non sarò l’uomo invisibile, anche se un uomo invisibile non mancherà nel film.

Il film sarà scritto e diretto da Leigh Whannell. Il personaggio protagonista sarà Adrian Griffin, un miliardario sociopatico che vuole creare una tuta invisibile da utilizzare per il Ministero della Difesa. La pellicola si dovrebbe discostare dal romanzo di H.G.Wells da cui è tratta.

The Invisible Man doveva inizialmente far parte del Dark Universe, che a causa dello scarso successo della pellicola con Tom Cruise intitolato La Mummia, è stato definitivamente accantonato. Nel progetto sull’Uomo Invisibile ci sarebbe dovuto essere anche Johnny Depp, il cui nome è stato però depennato. Dopo il fallimento del Dark Universe la Universal sta virando verso un progetto non più fatto da film coesi fra di loro, ma con pellicole affidate a registi con una certa visione, capaci di imprimere originalità alle pellicole. Ed a coordinare il tutto è stato chiamato Jason Blum, fondatore della Blumhouse.

The Invisible Man: Armie Hammer o Alexander Skarsgard protagonisti

Elisabeth Moss è diventata popolare grazie a serie televisive come Mad Man e, soprattutto, la serie distopica di Hulu The Handmaid’s Tale, grazie alla quale ha vinto ben due Emmy Awards.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto