The Flash – George Clooney scherza sulla sua assenza: “Ho rovinato Batman, non mi vogliono”

George Clooney non è stato invitato a prendere parte a The Flash, ma il divo non sembra essersela presa.

George Clooney scherza sul fatto di aver “distrutto” il franchise di Batman, motivo per cui non l’hanno chiamato per l’atteso film The Flash

Ben Affleck e Michael Keaton riprenderanno il ruolo di Batman nell’atteso film DC The Flash, ma che ne è di George Clooney? Il divo hollywoodiano ha spiegato il motivo della sua assenza nella ormai imminente pellicola. “Non me l’hanno chiesto”, ha detto durante una proiezione speciale di The Tender Bar, il nuovo film diretto da lui, con protagonisti proprio Ben Affleck e Tye Sheridan. “Quando distruggi un franchise come ho fatto io, di solito guardano dall’altra parte quando si presenta l’occasione di un film come The Flash”. Clooney ha interpretato l’eroe DC nel famigerato film di Joel Schumacher del 1997, Batman & Robin, al fianco di Chris O’Donnell e Alicia Silverstone.

“Non me lo lascia vedere” ha svelato la moglie Amal. “Ci sono alcuni film che vieto, non voglio che mia moglie perdi il rispetto che ha per me”, ha spiegato scherzando Clooney. Quando Amal ha commentato che i loro gemelli Alexander ed Ella vorranno vederlo, il divo ha replicato: “È brutto quando tuo figlio di quattro anni dice che un tuo film fa schifo. Potrebbe essere doloroso per me”. Warner Bros. rilascerà nei cinema The Flash a novembre 2022.

Leggi anche The Flash – Michael Keaton confuso dal Multiverso: “Ho letto il copione più di tre volte”

Il nuovo film diretto da Clooney, The Tender Bar, è basato sull’omonimo libro autobiografico del giornalista, vincitore del premio Pulitzer, JR Moehringer. Il romanzo racconta la sua relazione con lo zio Charlie (Ben Affleck), divenuto una figura paterna per lui, mentre cresceva a Long Island. Nel cast anche Lily Rabe nel ruolo della madre e Christopher Lloyd in quello del nonno. L’esordiente Daniel Ranieri interpreta un giovane JR Moehringer, mentre Tye Sheridan lo ritrae durante i suoi anni a Yale e come aspirante giornalista.

Articoli correlati