the disaster artist
Scopri il nostro Shop Online

The Disaster Artist al centro di una causa legale

Un ex studente di James Franco alla UCLA ha citato in giudizio la casa di produzione dell’attore Rabbit Bandini Productions e il banner Point Grey Pictures di Seth Rogen, reclamando di aver firmato un contratto derivante da un ruolo non accreditato come sceneggiatore per The Disaster Artist.

Ryan Moody  – questo il nome dello studente – ha dichiarato che stava lavorando come assistente non ufficiale di Franco in una lezione di inglese della UCLA quando l’attore lo ha invitato a scrivere un adattamento cinematografico del libro The Disaster Artist: My Life Inside the Room. Moody ha detto che è stato pagato 5000 dollari per mesi di lavoro sulla sceneggiatura, poi ha firmato un credito di scrittura ufficiale per l’adattamento cinematografico nominato all’Oscar e gli è stato promesso il ruolo di produttore associato, merito che non ha ricevuto.

Una causa presentata mercoledì alla Corte Suprema di Los Angeles, accusa Rabbit Bandini e Point Grey di false dichiarazioni e violazioni contrattuali. La sceneggiatura del film, accreditata a Scott Neustadter e Michael H. Weber, è stata nominata agli Oscar come miglior sceneggiatura non originale. I produttori di The Disaster Artist hanno rilasciato una dichiarazione, negando tutte le accuse e promettendo una vigorosa difesa in tribunale. I produttori hanno affermato che nessuno degli sceneggiatori nominati all’Oscar aveva alcuna conoscenza di Moody – o di nessuno dei lavori che avrebbe fatto in relazione al film – fino a quando non è stata presentata la denuncia.

“Per essere perfettamente chiari, tutti i materiali di sceneggiatura creati da Scott e Michael in connessione con The Disaster Artist sono stati adattati direttamente dal libro scritto da Tom Bissell e Greg Sestero. Il loro incredibile lavoro, che è stato ripetutamente riconosciuto da innumerevoli organizzazioni, non dovrebbe essere denigrato o diffamato in alcun modo da queste accuse speciose “, hanno dichiarato i produttori in una dichiarazione congiunta a Deadline.

Nella causa, Moody ha dichiarato di essersi iscritto alla classe di Franco su Adaptation and Collaboration nell’ottobre del 2012. Lo studente ha diretto Franco in un paio di cortometraggi – A Walk in Winter e Obituaries – e l’attore è rimasto così colpito, secondo la causa, che ha invitato Moody a servire come assistente non ufficiale in una classe di inglese che Franco stava insegnando alla UCLA nel settembre 2013. Il mese seguente, Franco ha invitato Moody a scrivere un adattamento cinematografico del libro The Disaster Artist: My Life Inside the Room, sostiene l’uomo. Nelle e-mail allegate come prova per la causa, Franco ha chiesto se Moody avrebbe adattato il libro e se avesse potuto consegnare una bozza “entro la fine di novembre”.

Lo studente ha detto di aver passato oltre 60 ore a settimana sul progetto, mentre serviva anche come assistente di insegnamento di Franco. Entro il 20 novembre 2013, ha terminato la prima bozza, inviando un’email, “Penso che sia finalmente pronto per la lettura”, scrive Moody. “Per favore fatemi sapere quando avete degli appunti. Sono ansioso di iniziare la prossima bozza”. Su richiesta di Franco, Moody si è recato sul set di Vancouver del film di Franco e Rogen The Interview dal 21 al 24 novembre 2013, per presentare il concetto ai principali di Gray Point tra cui Rogen ed Evan Goldberg, sostiene la causa.

Moody ha dichiarato di aver lavorato a tempo pieno su The Disaster Artist da novembre 2013 a marzo 2014, con e-mail allegate che documentano il suo coinvolgimento continuo nel progetto, comprese revisioni di sceneggiature e letture e incontri di revisione. Il 31 marzo, Franco ha detto a Moody che Point Gray voleva sostituirlo con scrittori affermati. “Seth ed Evan ti vogliono come produttore associato e per dare note su ogni bozza. Va bene?”. Scrive Franco in una e-mail datata 2 aprile 2014.

“Grazie per avermi fatto conoscere i nuovi scrittori”, risponde Moody, via email. “Capisco che tutti voi dovete fare ciò che è meglio per il film. Mi fa piacere sapere che sta andando avanti. Se possibile, mi piacerebbe ancora rimanere coinvolto in qualche modo”. Sebbene inizialmente riluttante a farsi da parte, la causa legale afferma che Franco e il suo socio produttore, Vince Jolivette, e James Weaver di Point Gray, hanno convinto lo studente a cedere il suo lavoro il 23 maggio 2014.

“Piuttosto che distruggere quelle relazioni apparentemente preziose e ricominciare da zero… Moody alla fine ha accettato di vendere la sua sceneggiatura di The Disaster Artist per $ 5,000″, sostiene la causa. Moody sostiene che la sceneggiatura di The Disaster Artist incorpora il suo lavoro non accreditato, incluse diverse scene significative del film che, pur non apparendo nel libro, erano state incluse nella sua bozza iniziale.