Non è certo un mistero che la trilogia prequel di Star Wars non piaccia a molti fan, e per l’attrice Natalie Portman è stata una vera delusione scoprirlo

Le ultime aggiunte al franchise stellare di Star Wars sono state quasi universalmente molto apprezzate (tranne, forse, Solo), ma non è passato molto tempo da quando l’idea di espandere l’universo di Guerre Stellari sembrava un’idea terribile. Mentre George Lucas è ancora legato all’idea che Jar Jar Binks sia il suo personaggio preferito, molti fan ricordano ancora la schiacciante delusione derivata dal personaggio in CGI e la trilogia che lo ha ospitato. C’è una persona che non dimenticherà molto presto il contraccolpo derivato dall’odio dei fan per la trilogia prequel, anche se non per la stessa ragione.

“È stato difficile”, ha dichiarato Natalie Portman a Empire. “È stato un peccato perché sembrava che le persone fossero così entusiaste di cose nuove e poi che si sentissero deluse. Ero anche in un’età che non capivo che è nella natura dell’uomo. Quando una cosa ha così tante aspettative, poi delude.” 

Portman ha interpretato Padmé Amidala, regina di Naboo, senatrice galattica e co-fondatrice dell’Alleanza Ribelle (e madre di Luke e Leia Skywalker, ma questo arriverà dopo). Sebbene Natalie Portman fosse certamente un punto chiave della trilogia prequel, la sua performance attoriale non è bastata a placare le reazioni negative. Tuttavia, l’attrice ha detto di essere stata rincuorata nel vedere i film apprezzati d auna piccola fetta di fan. “Con il tempo sono stati rivalutati da un sacco di persone che in realtà li amano davvero. Alcuni pensano che ora siano i migliori film, ma non saprei valutare se è vero.”

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto