Splash – Una sirena a Manhattan: Disney+ e la terribile censura in CGI

Il film di Ron Howard con Daryl Hannah e Tom Hanks, Splash – Una sirena a Manhattan, è disponibile su Disney+, ma con qualche modifica.

Da leggere

Frankenstein Junior e la furiosa lite tra Mel Brooks e Gene Wilder, “finimmo quasi a botte”

Nel suo libro di memorie, Mel Brooks ha raccontato la sua lite furibonda con Gene Wilder sul set di...

Chi è Matteo Berrettini e cosa c’entra con Spider-Man?

Cosa c'entra un campione di tennis italiano con Spider-Man? Sembra particolarmente strano, ma l'ero Marvel ha incasinato così tanto...

Peacemaker: il trailer della serie con John Cena è a dir poco spettacolare!

Dopo una lunga attesa, è finalmente arrivato: ecco il trailer ufficiale della serie Peacemaker, con protagonista John Cena! HBO Max...

Block title

Disney+ ha censurato in maniera orribile il sedere di Daryl Hannah nel cult Splash – Una sirena a Manhattan

Il film di Ron Howard con Daryl Hannah e Tom Hanks, Splash – Una sirena a Manhattan, è disponibile su Disney+, ma con qualche modifica. Sul servizio streaming il film inizia con un avviso che dice: “Questo film è stato modificato dalla sua versione originale”, evidentemente un sedere sullo schermo è troppo persino per la Disney. Peccato che il risultato sia davvero esilarante. Il film del 1984 vede Tom Hanks nei panni di un giovane che si innamora di una sirena di nome Madison, interpretata da Daryl Hannah, dopo averlo salvato dall’annegamento. La sirena, una volta asciutta, ha l’aspetto di un essere emano, ma basta una goccia che torna ad avere la coda. La versione originale senza censure presentava scene di nudo, non sessuali, ma corpi nudi. Era stato classificato PG.

In una scena Madison si avvicina alla Statua della Libertà nuda. In un altra si tuffa nell’oceano, mostrando il suo posteriore dopo aver dato un bacio a Tom Hanks. La versione modificata per Disney Plus è conforme agli standard più rigorosi dello studio per l’intrattenimento familiare, ma i fan stanno notando che gli effetti utilizzati per coprire la nudità sembrano avere circa lo stesso livello di qualità della CGI utilizzata nel live-action Universal Cats, largamente criticato. Ecco un video che mostra le “migliorie” attuate da Disney, una sorta di pelliccia/allungamento dei capelli davvero raccapricciante:

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Ultime notizie

Frankenstein Junior e la furiosa lite tra Mel Brooks e Gene Wilder, “finimmo quasi a botte”

Nel suo libro di memorie, Mel Brooks ha raccontato la sua lite furibonda con Gene Wilder sul set di...

Articoli correlati