sean-connery cinematographe.it

L’attore scozzese Sean Connery, noto soprattutto per il ruolo di 007, è morto all’età di 90 anni

Secondo quanto riportato dalla BBC l’attore Sean Connery è venuto a mancare il 30 ottobre 2020 all’età di 90 anni. Divenuto famoso grazie all’iconico ruolo dell’agente 007 James Bond, nella sua lunga carriera attoriale si è fregiato di prestigiosi riconoscimenti, tra cui un Oscar, due premi Bafta e tre Golden Globes.
Connery, malato da diverso tempo, è morto nel sonno alle Bahamas, dove si trovava insieme alla sua famiglia. In merito alla malattia che lo affliggeva l’attore ha sempre mantenuto il massimo riserbo e, nonostante un collega avesse lasciato intendere che Sir Sean fosse affetto dal morbo di Alzheimer, poco dopo fu lui stesso a smentire la notizia.

Sir Sean è stata la prima star a interpretare il ruolo di 007 sul grande schermo nel film del 1962, prestando il suo volto in ben sette film della saga.
Quando ha compiuto 90 anni il team creativo di James Bond gli ha reso un tributo speciale omaggiandolo sull’account Twitter ufficiale del film. Inoltre, secondo un sondaggio al quale hanno risposto più di 14.000 persone Sean Connery sembra non avere rivali in merito alle preferenze dei fan. Messo a paragone con i colleghi Daniel Craig, Roger Moore e Pierce Brosnan è reputato certamente il migliore.

Agente 007 – Mai dire mai: recensione del film con Sean Connery

Nel 1998 ha vinto il premio Oscar come miglior attore non protagonista per il suo ruolo in Gli intoccabili di Brian De Palma. Nominato Cavaliere dalla regina nel 2000 e “l’uomo più sexy del secolo” nel 1999 dalla rivista People, tra i film che ne hanno decretato il successo si annoverano Indiana Jones e l’ultima crociata, Dragonheart e Assassinio sull’Orient Express.

Thomas Sean Connery è nato a Fountainbridge (Edimburgo) il 25 agosto 1930, ha lasciato la scuola a soli 16 anni per arruolarsi nella Royal Navy. Abbandonata per motivi di salute, fece presto a trovare lavoro come modello per poi virare verso il cinema e la TV. Certamente il ruolo che ne decretò il successo è quello dell’agente 007: quando Albert Broccoli e Harry Saltzman lo scelsero per la parte di James Bond in Agente 007 – Licenza di uccidere (1962) gli si spalancarono le porte del successo poiché da quel primo film prodotto con un budget dopotutto modesto ne seguirono altri sei.
Tantissime le pellicole che ne hanno sottolineato la bravura e il fascino, da Caccia a Ottobre Rosso a Il nome della rosa o ancora Scoprendo Forrester. Dopo l’interpretazione in La leggenda degli uomini straordinari, nel 2003, ha deciso di ritirarsi dalle scene.