Stasera in TV
Rocky III alle 21:15 su Sky Cinema Rocky

Il franchise di Rocky è a dir poco iconico. Il ruolo di Sylvester Stallone nel 1976 lo ha definito la star memorabile che è diventato

Sylvester Stallone ha scritto la sceneggiatura di Rocky in poco meno di quattro giorni mentre stava lottando per riuscire vivere come attore a Hollywood, dovendo vendere il suo cane per pagare l’affitto. Per fortuna ha riacquistato il suo amato cucciolo Butkus quando gli è stato dato il via libera per recitare nel suo film, persino accontentandosi di prendere il treno fino a Philadelphia solo per poter portare con sé il mastino.

Dopo che Rocky è diventato il film con il maggior incasso dell’anno e ha vinto tre Oscar, tra cui quello come Miglior Film, Sylvester Stallone ha avuto un ruolo fondamentale in altri sette film del franchise, ma non ha mai avuto la piena proprietà della serie, pur avendoci provato. Ecco come lo ha detto:

L’ho menzionato alcune volte perché dopo che Rocky II è uscito e ha fatto un sacco di soldi e poi Rocky III ha fatto ancora meglio, ho detto che mi sarebbe piaciuto avere un po’ della proprietà, avendo inventato il soggetto. E questo non è mai successo. Quindi non ho la proprietà di Rocky.

L’attore ha spiegato a Variety che è ancora irritato dal non vedere i soldi della serie, che avrebbe potuto lasciare ai suoi figli dopo la sua morte. Secondo quanto riferito, i produttori, tra cui Irwin Winkler, sono sorpresi dai suoi commenti avendo lui guadagnato milioni nel ruolo nel corso degli anni.

Godzilla vs Kong sarà come lo scontro tra Rocky e Ivan Drago

Sylvester Stallone rivendica anche la responsabilità di non essersi impegnato abbastanza per risolvere il problema. Quando era stato pagato per il primo film, era arrivato a guadagnare 1400 dollari l’anno prima, quindi era davvero felice di ricevere i suoi 2,5 milioni (anche se Winkler afferma che abbia guadagnato molto di più). Stallone ha continuato con:

Penso che ci fosse un certo codice di condotta aziendale, forse non tanto adesso, ma allora, per non fa intaccare la propria gallina dalle uova d’oro. Lo studio è il potere, l’agenzia conta su di loro e gli avvocati sono i protagonisti. Quando finalmente li ho affrontati [poco prima di Rocky IV nel 1985], ho detto: ‘Vi dà fastidio ragazzi che ho scritto ogni parola, l’ho coreografata, sono stato fedele a voi, l’ho promossa, l’ho diretto e non ho l’1% da poter lasciare per i miei figli? ” E la risposta è stata:” Sei stato pagato” E quella è stata la fine della conversazione.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto