Rocketman Cinematographe

Il cantante inglese ha pesantemente criticato la censura che hanno effettuato su Rocketman in Russia

Il film biografico sulla vita e carriera di Elton John include una scena di sesso tra la star Taron Egerton e Richard Madden, che interpreta John Reid. Una scena di intimità che serve a raccontare la storia d’amore tra Elton John Reid ma che è stata eliminata dal taglio di Rocketman per la distribuzione in territorio russo. Fra le altre scene censurate ci sono quelle in cui vi è il consumo di droghe per un totale di cinque minuti eliminati dal film. In relazione a quanto accaduto John e i cineasti hanno risposto alla censura in una dichiarazione congiunta:

Rifiutiamo nei termini più forti possibili la decisione di assecondare le leggi locali e di censurare il film per il mercato russo, una mossa di cui fino ad oggi non eravamo a conoscenza. Paramount Pictures è stata coraggiosa e audace come partner nel permetterci di creare un film che è una vera rappresentazione della straordinaria vita di Elton john. Che il distributore locale abbia modificato alcune scene, negando al pubblico l’opportunità di vedere il film così come era previsto, è un triste riflesso del mondo diviso in cui viviamo ancora e di come possa essere così crudelmente inaccettabile l’amore tra due persone . Crediamo nella costruzione di ponti e nel dialogo aperto e continueremo a spingere per abbattere le barriere finché tutte le persone non saranno ascoltate allo stesso modo in tutto il mondo.

Leggi anche “5 buoni motivi per vedere Rocketman”

Il ministro della cultura russa Vladimir Medinsky ha risposto ai rapporti dicendo: “Non tagliamo nulla, non capisco nemmeno di cosa si tratta” e che “tutto è deciso dal distributore“, non dal ministero. Rocketman è attualmente nei cinema.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE