No Time to Die: per ora nessuno spin-off all’orizzonte

Il lungometraggio, diretto da Cary Fukunaga, chiude l'esperienza di Daniel Craig come James Bond.

No Time to Die è arrivato nelle sale italiane il 30 settembre

No Time to Die è il 25esimo titolo della saga di James Bond che pone fine, una volta per tutte, all’era di Daniel Craig, con l’ultima interpretazione dell’attore nei panni della spia inglese più famosa al mondo. L’opera, diretta da Cary Fukunaga (True Detective, Maniac) presenta parecchi personaggi nuovi all’interno del franchise in particolare l’Agente Nomi (Lashana Lynch) che ha la stessa Licenza di uccidere di Bond (è anche lei 007) e Paloma (interpretata da Ana de Armas), un contatto di Felix Leiter (Jeffrey Wright), che aiuta il protagonista mentre si trova a Cuba.

Queste due figure di No Time to Die sembrano essere, almeno all’apparenza, parecchio promettenti per il franchise perché, apparendo poco, potrebbero in teoria dare vita a dei progetti collaterali della saga, tutto questo in potenza. Peccato che la produttrice della serie action, Barbara Broccoli, in una recente intervista per Fandango, ha negato la cosa, per ora, spiegando che il futuro è ancora incerto riguardo dei possibili spin-off.

“Il successo di questi film è il personaggio centrale. Non abbiamo fatto [uno spin-off] in passato, e non credo che abbiamo in programma di farlo in futuro. Ma chi lo sa?

Ricordiamo, comunque, che adesso Metro-Goldwyn-Mayer è stata acquistata da poco da Amazon quindi non sappiamo se effettivamente la potente company dello streaming ha in serbo qualche sorpresa per 007. No Time to Die vede una sceneggiatura curata dallo stesso Fukunaga insieme a Neal Purvis, Robert Wade e Phoebe Waller-Bridge. Il film ha un cast composto anche da Rami Malek nella parte di Lyutsifer Safin, Léa Seydoux nel ruolo di Madeleine Swann, Christoph Waltz che interpreta Ernst Stavro Blofeld, Ralph Fiennes (M/Gareth Mallory) e molti altri ancora. L’opera è arrivata nelle sale italiane il 30 settembre 2021.

Leggi anche No Time to Die: così Billie Eilish ha reso la colonna sonora di 007 esplosiva 

Articoli correlati