Netflix Cinematographe.it

Negli Stati Uniti continuano le proteste per la morte di George Floyd e Netflix e altri colossi dello streaming si uniscono ai manifestanti

Con una mossa insolita, Netflix, Amazon, Hulu, HBO, Starz e altri importanti attori di Hollywood stanno usando i loro account sui social media per prendere posizione e sostenere il movimento Black Lives Matter, movimento attivista internazionale, originato all’interno della comunità afroamericana, impegnato nella lotta contro il razzismo. Tra le proteste in corso a livello nazionale che protestano per la morte di George Floyd si sente la voce anche dei colossi di streaming. Nel frattempo, l’amministratore delegato della Paramount di proprietà di ViacomCBS Jim Gianopulos ha inviato un memo interno ai dipendenti, esprimendo che “Troppi membri della comunità nera si sono fatti rubare il respiro per ingiustizia razziale“.

Netflix ha twittato sabato pomeriggio: “Tacere è essere complici. Le vite nere contano. Abbiamo una piattaforma e abbiamo il dovere nei confronti dei nostri membri, impiegati, creatori e talenti neri di parlare“.

Oltre a Netflix, anche YouTube, di proprietà di Alphabet, ha twittato un messaggio venerdì scorso: “Siamo solidali contro il razzismo e la violenza. Quando i membri della nostra comunità subiscono maltrattamenti, tutti noi subiamo del male. Stiamo impegnando $ 1 milione a sostegno delle proteste contro l’ingiustizia sociale “. Anche il team di Amazon Studios si è unito a supporto del movimento di protesta scrivendo: “Insieme stiamo con la comunità nera – colleghi, artisti, scrittori, narratori, produttori, nostri spettatori – e tutti gli alleati nella lotta contro il razzismo e l’ingiustizia“.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE