Marilyn Monroe e JF Kennedy: cosa c’è di vero in Blonde?

La raccapricciante scena tra Marilyn Monroe e Kennedy vista nel film Netflix Blonde è tratta da eventi realmente accaduti?

Il film biografico sulla vita di Marilyn Monroe con protagonista Ana de Armas, ispirato all’omonimo romanzo di Joyce Carol Oates, è il film del momento. Milioni di abbonati stanno guardando su Netflix Blonde e stanno lodando il lavoro svolto dal regista Andrew Dominik, sebbene non manchino le pesanti critiche per l’eccessiva crudezza delle scene di sesso e di violenza. Una in particolare ha scatenato le rimostranze del pubblico e stiamo parlando della scena della violenza sessuale che si consuma tra il presidente John F. Kennedy e Marilyn, costretta a praticargli del sesso orale.

Leggi anche Blonde e quella scioccante scena con Marilyn Monroe e JFK: gli utenti Netflix insorgono “è disgustoso”

Marilyn e Kennedy avevano una relazione? Cosa c’è di vero nel film Netflix Blonde?

Blonde Marilyn Kennedy cinematographe.it

La pellicola adatta una scena altrettanto cruda presente nel romanzo di Joyce Carol Oates, ma non si basa su alcun evento reale. La relazione di Marilyn Monroe con i fratelli John F. Kennedy e Robert F. Kennedy ha molte versioni, come per qualsiasi persona o evento legato alla vita dell’icona del cinema. Partiamo dalla versione ufficiale. Secondo la versione ufficiale l’attrice, nonostante le voci, ha avuto un solo incontro privato con il presidente degli Stati Uniti John F. Kennedy, il 24 marzo 1962, a una festa tenutasi a casa del cantante e attore americano Bing Crosby a Palm Springs, in California.

La natura dell’incontro non è stata rivelata (potrebbe essere di natura sessuale o meno), sappiamo solo che si è svolto a porte chiuse, secondo la testimonianza di una persona del team dei servizi segreti di Kennedy. “Marilyn mi ha detto che questa notte di marzo è stato l’unico momento della sua relazione con JFK”, spiega l’amico di Marilyn Ralph Roberts nel libro del biografo Donald Spoto. “Molte persone hanno pensato, dopo quel fine settimana, che ci fosse qualcosa di più. Ma Marilyn mi ha dato l’impressione che non fosse un evento significativo per nessuno dei due: è successo una volta, quel fine settimana, e basta”. Quella stessa versione compare nelle memorie dell’attrice Susan Strasberg, figlia di Lee Strasberg e amica intima di Monroe (Marilyn soggiornò a casa di Strasberg tra il 1953 e il 1955 durante la disputa sulle sue condizioni di lavoro con lo studio 20th Century Fox). Marilyn amava la segretezza e il dramma, ma Kennedy non era il tipo di uomo con cui voleva passare la vita, e lo ha detto molto chiaramente”, scrive. Si presume che fu proprio durante questo incontro che Kennedy gli chiese di cantare alla sua festa di compleanno il 19 maggio 1962, due mesi dopo.

Blonde Marilyn Kennedy cinematographe.it

Nella versione ufficiale dei fatti Marilyn e Kennedy non si sono più visti fino al 19 maggio 1962, data in cui Marilyn Monroe ha cantato Happy Birthday sul palco del Madison Square Garden di New York davanti a 15.000 ospiti e 40 milioni di telespettatori, ad una raccolta fondi per il 45° compleanno del Presidente. Poi c’è un salto temporale al 4 agosto 1962, data della morte dell’attrice. Secondo la versione ufficiale il fratello del presidente Robert F. Kennedy si trovava a casa dell’attrice a Brentwood Heights, Los Angeles, lo stesso giorno della sua morte. E viene riportato anche che, alle 2 del mattino del 5 agosto, ha preso un elicottero per andare a San Francisco. Secondo la versione ufficiale i Kennedy non hanno mai ordinato l’uccisione della star e durante l’autopsia non sono emerse prove di un omicidio. Lo psicologo di Marilyn Monroe Ralph Greenson il giorno della sua morte, quando un giornalista gli ha chiesto cosa fosse successo, ha risposto: “chiedi a Robert Kennedy”. Nella versione ufficiale Greenson ha inoltre affermato che Kennedy non avrebbe dovuto avere problemi ad ammettere di esser andato a casa di Marilyn. In seguito ha ritrattato e ha negato che ci fosse alcun legame tra Robert Kennedy e Marilyn Monroe.

Ed ecco la versione ufficiale. Il resto è frutto di dicerie. Quanto sopra sono gli unici dati verificati. Le fonti, tuttavia, non sono d’accordo su come si siano incontrati Marilyn Monroe e i fratelli Kennedy. Alcuni biografi e molti libri sostengono che sia stato Frank Sinatra, amico di entrambi, a presentarli. Non esiste una fonte ufficiale. Altre fonti suggeriscono che Marilyn Monroe e il neoeletto presidente degli Stati Uniti si siano incontrati a una cena organizzata a casa dell’attore Peter Lawford a Santa Monica. La moglie di Lawford, la sorella di JFK, Patricia Kennedy Lawford, era un’amica intima di Monroe. Tuttavia, sebbene JFK abbia partecipato a un pranzo a casa di Lawford il giorno in questione, non si può confermare che anche Monroe abbia partecipato. Non è stato confermato che fosse presente anche Robert Kennedy.

Marilyn aveva una relazione sentimentalmente con JF Kennedy?

Blonde cinematographe.it

Secondo il biografo di Marilyn Monroe Anthony Summers nel documentario The Mystery of Marilyn: The Unreleased Tapes Hildi e Joan Greenson – moglie e figlia dello psichiatra di Monroe Ralph Greenson – hanno descritto, durante una delle tante interviste che hanno tenuto per la preparazione del suo libro The Secret Lives of Marilyn Monroe, un “pettegolezzo tra ragazze” avvenuto con Marilyn, in cui l’attrice spettegolava su un nuovo uomo con cui usciva chiamato “The General”. Il soprannome, secondo Summers, si riferiva al procuratore generale Robert Kennedy. Questa è l’unica testimonianza attendibile sullo spinoso argomento. Il resto delle fonti non sono affidabili. “Non pensi che i fratelli condividessero la stessa donna [in chiaro riferimento a Marilyn Monroe]?” chiede Jeanne Martin, la moglie di Dean Martin, che era solito partecipare alle feste di Kennedy, nel documentario. “Sì”, risponde lei, senza esitazione. Ma non è una fonte abbastanza attendibile per suggerire che tra i tre ci sia stato qualcosa.

Leggi anche Marilyn Monroe e il ménage à trois col figlio di Chaplin. Cosa c’è di vero in Blonde?

Articoli correlati