Todd Phillips, Joker, Cinematographe.it

Il regista vincitore del Leone d’oro a Venezia paragona il suo Joker a John Wick 3 e dice: “Perché questo film è considerato secondo standard diversi?

Se c’è qualcuno realmente coinvolto nel film Joker e che dovrebbe essere in grado di spiegare perché tutti coloro che sono sconvolti dalla trama del film hanno torto, dovrebbe essere Todd Phillips. Il regista, che ha diretto il film e lo ha scritto insieme a Scott Silver, è probabilmente l’unica persona al mondo che sa esattamente cosa sta cercando di dire il film. E così, nonostante la Warner Bros abbia già rilasciato una dichiarazione su Joker e sulla potenziale violenza che potrebbe essere ispirata dal film, Phillips ora dichiara i suoi pensieri sulle recenti controversie e sul perché pensa che tutti stiano impazzendo per nulla.

I militari statunitensi temono sparatorie alle proiezioni del film di Todd Phillips

Parlando con AP Entertainment, a Phillips sono state chieste diverse questioni relative al suo film, in primo luogo la situazione con le famiglie delle vittime della sparatoria di Aurora del 2012, avvenute in una proiezione de Il cavaliere oscuro – Il ritorno e la preoccupazione espressa da coloro che hanno visto il film e secondo cui la trama potrebbe ispirare la gente a commettere nuovamente simili atti:

Penso che Aurora sia stata ovviamente una vicenda orribile ma non è qualcosa per cui si puÒ incolpare Il cavaliere oscuro – Il ritorno. Francamente, se fai le tue ricerche sull’accaduto, quel gentiluomo non era entrato nemmeno vestito da Joker.  aveva i capelli tinti di rosso. Stava avendo, ovviamente, un esaurimento e c’è qualcosa di orribile al riguardo, Ma non c’era nessun collegamento al film se non per il fatto che è successo in un cinema. Questo non È ciÒ che il film stava cercando di rappresentare.

Il regista ha continuato a parlare di come la violenza del film non dovrebbe essere vista diversamente dalla violenza di altri progetti, sottolineando in particolare l’assassino preferito da tutti, John Wick:

Il film si svolge ancora in un mondo immaginario. Può avere implicazioni nel mondo reale, possono esserci opinioni a riguardo, ma è un personaggio immaginario in un mondo immaginario che esiste da 80 anni e quello che mi infastidisce di più è sentire cose come “Oh, ho appena visto john Wick 3. È un maschio bianco che uccide 300 persone e tutti ridono e urlano. Perché questo film è vincolato a standard diversi? Onestamente non ha senso per me.

Ora, alcuni potrebbero mettere in discussione il modo in cui Phillips confronta il malvagio Joker (e la sua follia omicida) con l’eroico John Wick e la sua vendetta. Mentre entrambi sono individui violenti ed entrambi attirano legioni di fan, c’è una netta differenza che il regista non riesce a commentare. Joker mostra tutta questa violenza e vendetta dal punto di vista di una persona malata di mente che colpisce un mondo in cui si sente offeso, mentre John Wick è rigorosamente in cerca di vendetta contro le persone cattive che hanno ucciso i suoi cari.
Ma ovviamente, questo è un dibattito che si scatenerà e sarà risolto solo quando Joker arriverà nei cinema il prossimo 3 ottobre.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto