john lasseter cinematographe.it

È ormai confermato che John Lasseter saluterà Disney e Pixar entro la fine dell’anno in seguito alle accuse di molestie

La decisione presa da The Walt Disney Company di salutare John Lasseter arriva dopo mesi di voci su quello che sarebbe stato il destino del co-fondatore di Pixar, il quale, sei mesi fa, si era preso un anno sabbatico dopo aver riconosciuto alcuni suoi comportamenti sbagliati sul luogo di lavoro. Da allora, ci siamo chiesti se il regista sarebbe tornato nello studio di animazione, ma ora la risposta definitiva è giunta.

Bob Iger, amministratore delegato di Disney, ha rilasciato una dichiarazione in cui elogia John Lasseter per aver reinventato l’animazione, affrontando “rischi sbalorditivi” e raccontando storie originali in grado di ridare vita a The Walt Disney Animation Studio. Iger non ha tuttavia esplicitamente spiegato le ragioni dell’addio del capo creativo Pixar. Quest’ultimo ha a sua volta un scritto un comunicato in cui spiega come sia giunto il momento di intraprendere una nuova strada:

Gli ultimi sei mesi hanno fornito un’opportunità di riflettere sulla mia vita, carriera e priorità personali. Pur rimanendo dedicato all’arte dell’animazione e ispirato dal talento creativo di Pixar e Disney, ho deciso che la fine di quest’anno è il momento giusto per iniziare a concentrarmi su nuove sfide creative.

Il possibile ritorno di John Lasseter aveva provocato reazioni da parte della comunità di animatrici, le quali avevano lanciato la campagna #LoseLasseter, affermando che il rientro del creativo sarebbe stato “non solo un insulto all’attuale contributo delle centinaia di impiegate che contribuiscono di più al successo della compagnia, ma dimostreranno anche che simili comportamenti saranno tollerati da Disney-Pixar.” Per il resto del 2018, John Lasseter rimarrà impegnato come consulente per la Disney.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto