Star Wars james mangold, cinematographe

Il regista di Logan James Mangold ha commentato il dibattito tra Martin Scorsese e i Marvel Studios

James Mangold sta promuovendo il suo ultimo film, Ford v Ferrari, distribuito dalla 20th Century Fox, e quindi ormai sotto l’ala della Disney. Ciò ha portato il regista a parlare dei grandi studi e del dominio della Casa di Topolino, che ha portato all’intervista del New York Times a Martin Scorsese, che – come è ben noto – ha espresso la sua opinione sui film Marvel.

Mangold ha detto a UPROXX che pensa che Scorsese abbia sbagliato a citare in particolare i Marvel Studios. “Penso che il punto sia meno se la fonte sia un fumetto. Ciò che è davvero saliente è la libertà che il regista si prende in qualunque area creativa, perché certamente io ho avuto libertà al 100% in Logan. Ho potuto fare esattamente quello che volevamo fare.

Kevin Feige risponde ai commenti di Martin Scorsese sui cinecomic

James Mangold ha continuato dicendo che le lamentele principali di Scorsese non sono sbagliate, ma si applicano a una fascia molto più ampia di film rispetto a quelli a marchio Marvel.
Chiaramente non ne ha visti molti. Questa è l’unica parte tragica della sua tesi di laurea. Ma la realtà è che ciò che sta dicendo non potrebbe essere più vero. Non deve essere vero solo per quella specifica fascia di film, però. È vero su tutti i fronti. Vedo commedie di m…a fatte dai numeri. Vedo film romantici di m…a fatti dai numeri. Vedo film d’avventura scadenti fatti dai numeri. E sai che sono stati testati attraverso il wazoo e il reshot e il finale extra e una ciliegina extra in cima. Non è solo il caso dei film dai fumetti. Questo è il caso del cinema aziendale mainstream a tutto tondo, e spetta a persone come lui – o me nella misura in cui posso farlo – e altri respingerlo, su qualsiasi genere si stia lavorando.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto