Harry Potter, JK Rowling, Cinematographe.it

I commenti transfobici di J.K. Rowling hanno portato due fra i più importanti siti fan di Harry Potter a bannare contenuti direttamente riferiti all’autrice

MuggleNet e The Leaky Cauldron, due delle più grandi e affermate community online di fan di Harry Potter, hanno rilasciato una dichiarazione congiunta a sostegno delle persone transgender e respingendo i commenti transfobici fatti dall’autrice della serie J.K. Rowling su Twitter e sul suo sito web a giugno.

Sebbene sia difficile parlare contro qualcuno di cui abbiamo ammirato il lavoro così a lungo, sarebbe sbagliato non usare le nostre piattaforme per contrastare il danno che ha causato“, si legge nell’affermazione. “La nostra posizione è ferma: le donne transgender sono donne. Gli uomini transgender sono uomini. Le persone non binarie sono non binarie. Le persone intersessuali esistono e non dovrebbero essere costrette a vivere in modo binario. Sosteniamo i fan di Harry Potter in queste comunità e, sebbene non perdoniamo il maltrattamento che JKR ha ricevuto per aver trasmesso le sue opinioni sulle persone transgender, dobbiamo rifiutare le sue convinzioni “.

J.K. Rowling si difende dalle accuse per i suoi tweet anti-trans

Andando avanti, si legge che nessuno dei due siti includerà link per l’acquisto di opere non “Potter” della Rowling, collegamenti al sito Web dell’autrice, immagini a lei riferite o notizie sulla sua vita personale. Inoltre, i siti hanno annunciato che in futuro si riferiranno all’autrice come #JKR, consentendo ai fan di disattivare facilmente l’hashtag per impedire che i post sulla Rowling vengano visualizzati nei loro feed sui social media.

Abbiamo visto innumerevoli persone usare i libri di Harry Potter per esplorare le proprie identità diffondendo amore e accettazione“, ha continuato la dichiarazione. “Sappiamo che questo è ancora possibile e sappiamo che vogliamo continuare a far parte di quel movimento. Ci impegniamo a fare un lavoro migliore nella nostra comunità per elevare e mettere al centro le persone che sono state emarginate e creare cambiamenti positivi all’interno delle nostre piattaforme fandom. Questo segna l’inizio di un rinnovato impegno nel servire la comunità di Harry Potter da un punto di vista più consapevole di quanto abbiamo fatto in passato.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE