Ecco una clip esclusiva de Gli anni più belli con Kim Rossi Stuart, Micaela Ramazzotti e Claudio Santamaria

Il 14 febbraio arriverà nelle sale cinematografiche Gli anni più belli, il nuovo film di Gabriele Muccino. Il titolo del film è legato alla canzone omonima di Claudio Baglioni. Dopo A casa tutti bene Muccino torna a girare un nuovo film proponendo nel cast anche Micaela Ramazzotti, Nicoletta Romanoff ed Emma Marrone, oltre a Pierfrancesco Favino, Kim Rossi Stuart e Claudio Santamaria. La sceneggiatura è curata dallo stesso Gabriele Muccino insieme a Paolo Costella, mentre il film è prodotto da Marco Belardi, per Lotus Production con Rai Cinema in associazione con 3 Marys Entertainment.

Gabriele Muccino e il cast su Gli anni più belli: il tempo è il grande motore di questo film

Nel film Muccino racconta di Giulio (Pierfrancesco Favino), Gemma (Micaela Ramazzotti), Paolo (Kim Rossi Stuart) e Riccardo (Claudio Santamaria), lungo il corso di 40 anni di amicizia. La pellicola esibisce in tal modo le nostre speranze, i loro sogni e le loro delusioni, i successi e fallimenti, raccontando anche la storia del Paese. Nella clip rilasciata in esclusiva su Cinematographe.it – FilmIsNow Gemma, interpretata dalla Ramazzotti, si incontra dopo diverso tempo cn Paolo e Riccardo, anche se uno dei due sembra non essere esattamente felice dell’evento.

Gli anni più belli: leggi la recensione del film di Gabriele Muccino

Gli Anni Più Belli è la storia di quattro amici Giulio (Pierfrancesco Favino), Gemma (Micaela Ramazzotti), Paolo, (Kim Rossi Stuart), Riccardo (Claudio Santamaria), raccontata nell’arco di quarant’anni, dal 1980 ad oggi, dall’adolescenza all’età adulta. Le loro speranze, le loro delusioni, i loro successi e fallimenti sono l’intreccio di una grande storia di amicizia e amore attraverso cui si raccontano anche l’Italia e gli italiani. Un grande affresco che racconta chi siamo, da dove veniamo e anche dove andranno e chi saranno i nostri figli. È il grande cerchio della vita che si ripete con le stesse dinamiche nonostante sullo sfondo scorrano anni e anche epoche differenti. Il titolo riprende il brano inedito di Claudio Baglioni, in uscita il 3 gennaio 2020, e la colonna sonora del film è di Nicola Piovani.