Il Trono di Spade George r. r. Martin Cinematographe.it

Il 31 luglio George R.R. Martin ha condotto alla cerimonia digitale degli Hugo Awards 2020, l’evento annuale dedicato a scrittori e creatori di fantascienza e fantasy

Per celebrare un anno particolarmente vario di nomination – Comic Years riporta che la lista tutta al femminile delle nomination per il miglior romanzo è stata una prima volta per gli Hugo Awards George R.R. Martin ha scelto di fare ripetutamente riferimento a figure razziste nella comunità della fantascienza.

George R.R. Martin ha anche confuso la pronuncia di diversi nomi, tra cui quelli della vincitrice Rebecca F. Kuang e di FIYAH, una rivista trimestrale gestita da scrittori neri. Le figure a cui Martin ha fatto riferimento hanno incluso H.P. Lovecraft e John W. Campbell. (Il compianto autore e il compianto redattore, rispettivamente, hanno vinto un premio Retro Hugo quest’anno. I Retro Hugos sono stati assegnati ai creatori di anni in cui gli Hugo Awards non esistevano ancora. Lovecraft ha vinto per una storia postuma pubblicata nel 1945 e Campbell per l’editing nello stesso anno.)

Il Trono di Spade: Martin parla dell’uscita di The Winds of Winter

Fra un segmento e l’altro, George R.R. Martin ha ripetutamente usato il suo tempo per promuovere il lavoro e l’eredità di Campbell, Lovecraft, e indugiare su una serie di storie auto-esaltanti del suo tempo all’interno di fandom e convention a cui ha partecipato tra gli anni ’60, ’70 e ’80 ”, ha dichiarato lo scrittore Andrew Liptak in un riepilogo della newsletter dell’evento. Liptak ha detto che anche Robert Silverberg, uno scrittore con una storia di razzismo, ha tenuto un discorso durante la cerimonia. Lovecraft era xenofobo, antisemita e ardente nella sua supremazia bianca. Campbell, noto per aver fondato la rivista Astounding Stories of Super-Science – ora Analog Science Fiction and Fact – come per le sue convinzioni razziste e pseudoscientifiche, è stata una scelta peculiare per Martin data la recente storia di Campbell con i premi.

Nel 2019, durante il discorso di accettazione dopo aver vinto il John W. Campbell Award come miglior nuovo scrittore, Jeannette Ng ha definito Campbell come fascista. “Attraverso il suo controllo editoriale di Astounding Science Fiction, è responsabile di aver stabilito un tipo di fantascienza che ancora oggi perseguita il genere. Sterile. Maschile. Bianca. Esaltando le ambizioni di imperialisti e colonizzatori, coloni e industriali “, ha detto Jeanette Ng nel discorso del 2019.Il premio Best New Writer è stato successivamente ribattezzato Astounding Award for Best New Writer.
È una connessione che molti hanno notato guardando lo show e hanno sottolineato rapidamente su Twitter.